Sabato 03 Dicembre 2016 | 16:35

BALLOTTAGGIO

Faentini di nuovo al voto, sono oltre 45.000

Urne aperte dalle 7 alle 23. Tessere e informazioni: ufficio elettorale aperto oggi e domani

Faentini di nuovo al voto, sono oltre 45.000

FAENZA. Si riaprono le urne. Domani dalle 7 alle 23 i 45.242 elettori faentini, 23.480 donne e 21.762 uomini, potranno recarsi nel proprio seggio (in tutto sono 57 quelli allestiti in città di cui 16 attrezzati per disabili), per esprimere il voto.

Il secondo turno è trattato come unicum con quello tenutosi il 31 maggio scorso. Per questo le statistiche elettorali non cambiano. Nessun nuovo diciottenne che ha compiuto la maggiore età dopo il 31 maggio potrà così esprimersi in questa seconda votazione. L’unica variabile che cambia è per i deceduti. Chi invece non è andato a votare al primo turno può partecipare anche alla tornata del 14 giugno.

In tema di statistiche, rimane invariato il numero degli stranieri ammessi ai seggi. In tutto sono 118 cittadini comunitari, 49 uomini e 69 donne, che provengono da undici stati: Belgio, Bulgaria, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Polonia, Regno Unito, Romania, Spagna e Svezia. Anche le 222 new entry che per la prima volta hanno acquisito il diritto di voto a fine mese scorso (123 donne e 99 uomini) avranno la possibilità di esprimersi nel segreto dell’urna. Regola valevole anche per i 31 decani centenari di cui 25 donne e 6 uomini. L’elettrice più anziana faentina ammessa ha 105 anni.

Dai nove candidati di quindici giorni fa le cose, questa volta, sono cambiate. Domenica nella scheda basterà infatti apporre la croce su uno dei due candidati rimasti per il ballottaggio: Giovanni Malpezzi per la coalizione di centrosinistra o Gabriele Padovani della Lega Nord. Sulle indicazioni la questione è ormai definita. L’unica regola è così quella del “o uno o l’altro”. Per Malpezzi, salvo libertà di votare scheda bianca o annullarla, anche se non è stato effettuato nessun apparentamento ufficiale, è arrivato un velato appoggio da “L’altra Faenza” e “Io faentino”. Entrambe infatti hanno invitato i propri sostenitori «ad andare a votare» evidenziando la necessità «di non far vincere la Lega nord». Libertà di voto invece è quella del M5s.

Per Padovani si sono schierati Rinnovare Faenza (Fi, Nuovo Psi, Fratelli d’Italia, popolari per l’Italia), Forza nuova e le due formazioni civiche “Comitato faventia” e “Comitato no piano sosta”.

Anche per questa tornata, per poter votare, si deve presentare al seggio un documento d’identità e la tessera elettorale. Per avere informazioni sul voto e sulla possibilità di ottenere un duplicato della tessera elettorale, obbligatoria, è possibile recarsi all’Ufficio elettorale di piazza Rampi 2. La richiesta si può fare nei casi in cui questa sia stata persa o sia esaurita (completa di tutti i 18 bolli). L’ufficio è aperto oggi dalle 8,30 del mattino alle 18 e domani dalle 7 alle 23.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000