Venerdì 09 Dicembre 2016 | 04:46

ALLARME FURTI

Genitori e bambini guardano la tv mentre i ladri svaligiano la casa

I malviventi sono entrati dalla finestra della camera da letto. «Non ci siamo accorti di nulla»

RAVENNA. Entrano e svaligiano casa mentre le vittime stanno guardando la tv: sono entrati dalla finestra della camera da letto, ci si sono chiusi dentro e, nello spazio di un telefilm, hanno ripulito la stanza degli ori e degli effetti personali più preziosi, mentre i proprietari erano a due metri da lì, seduti sul divano al fianco dei figli, ancora bambini. Sotto choc la famiglia: «Non ci siamo accorti di nulla».

Brutto furto, martedì sera, in zona Gallery dove su, via Cividale, i ladri sono entrati incuranti della presenza in casa dei proprietari. Erano le 23 circa: padre e madre erano sul divano, al loro fianco i due figli minori. «I ladri sono passati dal terrazzone che mette in comunicazione la camera da letto con il salotto dove stavano i miei - racconta la figlia maggiore, in quel momento fuori di casa -. Hanno forzato la portafinestra con un cacciavite e, una volta nella camera da letto, si sono chiusi dentro: ci hanno preso tutto...». Operazione lampo, quella dei malviventi. In pochi istanti, una volta nella camera, l’hanno messa a soqquadro, ribaltando cassetti e cercando ovunque anche sotto il materasso. E gli oggetti di valore sono riusciti a trovarli: rubati ori, penne da collezione, orologi. Finita la "caccia", i topi d’appartamento sono scappati da dove erano entrati, dal terrazzo posto al primo piano, lasciando la camera chiusa dall’interno. «I miei fratelli hanno riferito di aver udito qualche rumore provenire dalla camera ma erano certi fosse mio padre, che si era alzato in realtà per andarsi a fare una doccia. Mentre lui era in bagno, i ladri dall’altra parte del muro facevano i comodi loro». E comunque, spenta la televisione, l’amara sorpresa. «Quando è stato il momento di andare a letto, mia madre ha tentato di aprire la porta della camera e si è accorta che era chiusa. Da lì, a scoprire il furto ci è voluto poco. Abbiamo chiamato i poliziotti che hanno fatto la conta di quanto preso, ma ormai...». Facile intuire come i padroni di casa, ma soprattutto i bambini, siano rimesti choccati. «Ci era già capitato di essere visitati dai ladri – spiega Giulia -: per questo, si eravamo installati l’allarme. Ma, erano tutti svegli in casa e quindi non hanno pensato di attivarlo mentre stavano ancora davanti alla televisione. Di solito, lo attiviamo quando andiamo a dormire. Chi mai poteva pensare che i ladri arrivassero a svaligiare casa mentre eravamo svegli e vigili a due metri da loro?». Nella zona, si è registrato poco più tardi un altro furto: colpita una bifamigliare su via Fiume Avisio; anche in quel caso, i ladri sono entrati forzando con un cacciavite una finestra posta al piano terra.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000