Mercoledì 28 Settembre 2016 | 02:02

RICATTO E VIOLENZA

Minaccia di divulgare foto hard della ex fidanzatina in cambio di sesso e soldi: 17enne in manette

La vittima è una coetanea con cui in passato aveva avuto una relazione Il minorenne arrestato è accusato di violenza sessuale ed estorsione

Minaccia di divulgare foto hard della ex fidanzatina in cambio di sesso e soldi: 17enne in manette

RAVENNA. Tra i due in passato c’era stata una relazione, poi finita. Ma da alcune settimane lui era tornato alla carica. E per indurre la coetanea a sottostare al suo volere, l’aveva ricattata con alcune immagini e filmati che la ritraevano, fotogrammi realizzati durante il periodo della loro frequentazione. In quel modo, secondo l’accusa, avrebbe costretto la giovane a subire atti sessuali e a consegnargli somme di denaro.

Il giovane, un 17enne di origini nordafricane arrestato giovedì scorso dai carabinieri di Lugo, deve rispondere di contestazioni pesantissime: violenza sessuale ed estorsione. Reati che avrebbe commesso ai danni di una conoscente italiana, anche lei minorenne, con cui tempo addietro aveva avuto un legame. Massimo, considerando la delicatezza della situazione, il riserbo degli inquirenti sulla vicenda. Da quanto trapelato, sembra che il ricatto andasse avanti da alcune settimane nelle quali la giovane era stata costretta a subire attenzioni non gradite da parte del ragazzo. In possesso di alcune immagini piccanti, seppur nemmeno troppo compromettenti, realizzate in occasione del loro flirt, l’adolescente l’aveva riavvicinata minacciando di divulgare quelle foto sui social network se la ragazza avesse rifiutato la sua richiesta di avere rapporti sessuali con lui. Inoltre, il 17enne avrebbe anche chiesto e ottenuto il denaro che la ragazza aveva con sé in occasione degli incontri, poche decine di euro alla volta che utilizzava poi per le ricariche del cellulare. La giovane inizialmente ha ceduto ai ricatti, poi ha trovato la forza di uscire dal silenzio denunciando il coetaneo. Gli accertamenti disposti hanno spinto il gip dei tribunale per i minorenni di Bologna ad accogliere la richiesta avanzata dal pm Flavio Lazzarini e ad emettere un provvedimento restrittivo nei confronti del ragazzo, provvedimento che gli è stato notificato dai militari coordinati dal comandante della Compagnia di Lugo Maurizio Biancucci. Il minorenne è stato accompagnato in carcere.

Gianluca Rossi

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000