Venerdì 30 Settembre 2016 | 05:13

IL GRANDE EVENTO

Una cittadella del mare per il raduno dei Marinai d'Italia

Attesi in 30mila. Sarà montato un palco sull'acqua

Una cittadella del mare per il raduno dei Marinai d'Italia

RAVENNA. Sarà la darsena di città il palcoscenico del raduno nazionale dei Marinai d’Italia che si terrà il 9 e il 10 maggio. Ma già dal Primo maggio la manifestazione trasformerà la darsena in una cittadella del mare, con stand sulle banchine e un palco acquatico per esibizioni e spettacoli. Alle spalle del palco sarà ancorata, apertura del ponte mobile permettendo, la nave Palinuro, veliero della Marina militare.

Al raduno sono attese, secondo le previsioni, dalle 20 alle 30mila persone e sarà la prima occasione per vedere la darsena di città frequentata e animata per giorni.

Una sorta di investitura dopo le tante iniziative promosse negli ultimi anni a sostegno della riqualificazione del comparto e un’opportunità per superare la barriera almeno psicologica se non quella fisica che la vuole separata dal centro città pur essendo a pochi passi. Un percorso che il piano operativo comunale, approvato da poco dovrebbe favorire, anche se al momento tutti i progetti di recupero delle aree sono fermi.

In occasione del raduno nazionale tante saranno le iniziative dedicate alla marineria, alla portualità e alle vocazioni dello scalo ravennate, dal terminal crociere alle molte attività economiche presenti. Ci sarà spazio per la storia dell’antico porto romano e per rievocare il recente passato con gli equipaggi che parteciparono all’America’s cup, ma anche per riflettere sul futuro del distretto energetico e del settore off shore minacciato dalla crisi e da dinamiche economiche internazionali.

A Marina di Ravenna sabato 9 maggio attraccherà la nave portaerei Garibaldi e sono attese altre unità della Marina militare.

Una prova di accoglienza per il centro storico che sarà sottoposto a una pressione notevole, a stagione turistica già avviata per la città d’arte. Al programma delle iniziative lavorano da mesi l’associazione Marinai d’Italia, il Comune, sotto la guida del vicesindaco Giannantonio Mingozzi e dell’assessore al turismo e commercio Massimo Cameliani, la Marina militare e Autorità portuale.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000