Domenica 04 Dicembre 2016 | 02:57

TORRE VISTA MARE

Via libera al "grattacielo" col ristorante panoramico

I costruttori: "Pronto in due anni, rilanceremo Marina"

Via libera al "grattacielo" col ristorante panoramico

RAVENNA. Il rilancio turistico di Marina di Ravenna passa da un albergo di 14 piani con vista mare e ristorante panoramico. Questo ha deciso il consiglio comunale - grazie a un’inedita alleanza tra Pd, Forza Italia e Pri - che ha dato il via libera al progetto per la realizzazione della struttura turistica alberghiera Xenos Suite Hotel a cura di due realtà imprenditoriali ravennati, la Ciclat e il Gruppo Nettuno. I lavori partiranno prima dell’estate e si concluderanno nell’arco di circa due anni. Progetto bocciato senza appello dal M5S che parla di “speculazione assurda”.

«Siamo pronti a partire con i lavori - dice il rappresentante del Gruppo Nettuno, Beppe Rossi -. Non appena riceveremo le autorizzazioni edilizie i cantieri potranno essere operativi. Nostra intenzione è avviare i lavori prima dell’estate e completare l’intervento nel giro di due anni. Nella migliore delle ipotesi potrebbe volerci un anno e mezzo. Andremo a realizzare un complesso molto importante e vorrei che la comunità cogliesse la rilevanza di questo progetto».

Ma il progetto è commisurato alle capacità di richiamo turistico di Marina di Ravenna? «La località non vive il suo momento migliore - dice Rossi -, attualmente non è né per famiglie né per giovani, ma l’albergo non è di dimensioni esagerate. Sono previste 40 suite ma nel nostro progetto originario ce ne erano il doppio. Il problema è che con 80 stanze avremmo poi dovuto prevedere 200 posti auto e non c’era lo spazio per realizzarli. Di certo ci dovremo impegnare, in un’azione congiunta tra pubblico e privato, per la promozione di Marina di Ravenna e per un suo rilancio».

Beppe Rossi sottolinea che il complesso avrà anche un ristorante panoramico ed esercizi commerciali: «La località ha bisogno di un asse turistico commerciale forte, soprattutto nella sua zona più centrale. L’investimento è di 20 milioni di euro. Si tratta di un ammontare notevole in un periodo molto difficile per l’edilizia. A Marina in questo periodo non c’è neanche una gru. Noi invece andremo a costruire e penso sia un fatto positivo per l’intero territorio».

Rossi non esclude che il progetto Xenos Suite Hotel possa coinvolgere anche Marinara, la grande operazione compiuta anni fa nella località e mai decollata: «Stiamo ragionando su una possibile collaborazione con Marinara; a quanto ci risulta ci sono una quarantina di appartamenti vuoti. Se possibile, vorremmo ragionare con il proprietario per fare un’azione di promozione congiunta gestendo unitariamente l’albergo e gli appartamenti. In questo modo uniremmo le energie per un’offerta ancora più completa e di richiamo. Sarebbe una ricettività di altissimo livello».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000