Giovedì 29 Settembre 2016 | 08:43

TRIVELLE

La Romagna snobba il referendum

A Ravenna ha votato solo il 26,60% degli aventi diritto

La Romagna snobba il referendum

Un albergo di Rimini ha offerto lasagne a chi si è recato a votare

Nonostante i tanti impianti dell'Adriatico il referendum sulle trivelle porta ai seggi un romagnolo su tre, in linea con il dato nazionale. Da segnalare il dato di affluenza del 26,60 per cento di Ravenna dove forse ha influito maggiormente il tema dell'occupazione. Dati bassi anche a Cervia con il 31,47, a Faenza col 29,68 e a Lugo col 28,79. Un dato al di sotto della media nazionale anche a Forlì col 30,19%. Più alta, ma non di molto, l'affluenza nelle altre città. A Cesena si è recato ai seggi il 33,75% (qui il sindaco Paolo Lucchi aveva detto di andare a votare e di essere schierato per il Sì). Più alta la partecipazione a Cesenatico col 36,47. A Rimini ha votato il 34,88%. A Riccione il 35,85.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000