Venerdì 09 Dicembre 2016 | 14:30

Più letti oggi

 

AMMINISTRAZIONI

Ai cittadini servono tante informazioni

L’informazione verso i cittadini è un settore sul quale le pubbliche amministrazioni hanno tanto da recuperare.

In questi ultimi anni il clima di avversione a tutto ciò che è politica e amministrazione ha purtroppo sfiduciato ed allontanato i cittadini da quella che è la partecipazione alla vita amministrativa e politica del proprio territorio, inoltre la crisi economica ha fatto sì che i bisogni e le esigenze personali o famigliari avessero priorità se non l’esclusività su quelli collettivi, e questo probabilmente a scapito della vita sociale.

Una tendenza all’isolamento che si traduce anche in minori occasioni di essere informati di quelle che sono le opportunità. Chi si occupa della gestione delle risorse pubbliche non deve concentrarsi solo su come queste vengono impiegate, ma deve anche interessarsi alla loro gestione e soprattutto alla comunicazione, altrimenti è inutile realizzare nuove strutture pubbliche, investire in nuovi progetti, creare fondi per aiutare i cittadini e le imprese e tante altre iniziative se poi queste sono poco conosciute dai possibili fruitori.

La pubblica amministrazione non deve creare per se stessa, ma per dare servizi alla collettività. Se il cittadino viene informato in maniera adeguata si ritrova in un contesto sociale in cui trova diverse opportunità che gli permettono di avere momenti di condivisione con altri, di risparmiare, di investire. Gli strumenti attraverso i quali informare i cittadini sono molteplici e vanno usati in modo tale che si riesca a raggiungere il maggior numero di cittadini possibile.

Un Ufficio Relazioni col Pubblico, con addetti preparati e cordiali è uno di quegli uffici che maggiormente andrebbero valorizzati da un’amministrazione, qui molto spesso gli utenti risolvono le proprie questioni ed hanno occasione di informarsi.

Un sito internet ben curato, sempre aggiornato, di facile consultazione e con la possibilità di fruire di servizi online evitando di spostarsi e di fare lunghe file rappresenta un valido strumento per chi è connesso alla rete.

La realizzazione di periodici comunali permette invece alle informazioni di arrivare in tutte le case ed in tutte le aziende, sempre che non se ne faccia un uso strumentale e propagandistico.

I servizi informativi che sfruttano le tecnologie del momento, come ad esempio l’invio di mail e sms di informazione attivato su richiesta dei cittadini.

Comunicazione attraverso la carta stampata o altri media locali.

Un profilo “Istituzionale” sui principali social network.

I tradizionali sistemi di volantinaggio ed affissioni.

Una buona rete informativa è un supporto non indifferente al cittadino, utile per conoscere le opportunità presenti sul territorio, le scadenze tributarie, i bandi, gli sgravi fiscali, gli incentivi per chi vuole investire. Oltre a promuovere i servizi comunali occorre far conoscere anche quelli invece erogati attraverso le Unioni di Comuni alle quali vengono delegate funzioni che svolgono per conto dei comuni per maggiori economie di scala.

Un cittadino informato è un cittadino che trova servizi, spesso gratuiti e magari poco lontani da casa, che ha occasione di risparmiare, che quando decide di investire trova soluzioni che gli permettono di abbattere i costi. Le amministrazioni devono investire e favorire in ogni modo la comunicazione e l’informazione, sulle quali c’è ancora tanto da fare.

 

 

Loris Dall’Acqua

Poggio Berni

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000