Martedì 06 Dicembre 2016 | 06:42

MOBILITA'

No al blocco del traffico

Nonostante da tempo, la "cultura", quella vera, abbia superato l’argomento convenendo (sindaci di quasi tutte le grandi città d’Italia di sinistra e destra, unanimi) sull’inutilità manifesta di provvedimenti volti a far ricadere sul traffico veicolare delle città la causa di tutti i mali dell'aria che respiriamo, dalle nostre parti, c'è ancora chi perora provvedimenti volti al blocco del traffico al giovedì. Sono solo buffonate. I forlivesi sono stanchi di questi provvedimenti ingannevoli! La riduzione dell'inquinamento atmosferico non dipende solo dal trasporto veicolare e non solo a questo può essere attribuito. Il blocco della circolazione in certe giornate o peggio ancora, il blocco a targhe alterne è un attentato al fondamentale diritto alla mobilità del cittadino. Non solo ma quanto alle azioni repressive nei confronti della circolazione dei veicoli a motore è dimostrabilissimo che i danni o malefici di questi provvedimenti coercitivi sul piano individuale e commerciale superano i benefici (da nessuno ad oggi dimostrati) per i cittadini e l’economia. Esiste un modo indiscutibile, e cioè scientifico, per dimostrare che la sospensione limitata in certe giornate riduce l’inquinamento atmosferico? Mi risulta che finora non è stato dimostrato per nessuna città ove è stato applicato il provvedimento, da Milano a tutte le altre. E allora? Vivi e lascia vivere!

Vittorio Girolimetti

(Forlì)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000