Domenica 04 Dicembre 2016 | 15:11

IMMIGRAZIONE

Cambiare la legge

Sono bastate poche settimane perché le morti nel canale di Sicilia scomparissero dalle cronache dei media. Adesso si torna a parlare della strage di Lampedusa e delle condizioni dei migranti che vivono nei Cid per via del video trasmesso dal TG2, ma in poco tempo anche questo video verrà dimenticato. Nel frattempo uomini, donne e bambini innocenti continueranno a morire e ad essere trattati come criminali. Non si può più aspettare oltre, bisogna agire; dobbiamo ripensare alle politiche italiane sull'immigrazione, ma nel frattempo dare segnali concreti a cominciare dalla abolizione della legge Bossi-Fini. Un fenomeno delicato come quello dell'immigrazione non si combatte con il furore securitario. La legge Bossi-Fini, oltre ad essere discutibile sul piano etico, è inefficace e nociva perché contribuisce ad alimentare i canali illegali dell'immigrazione e ad arricchire i mercanti di morte. E' necessario che il Parlamento italiano si faccia al più presto carico di questa urgenza, abolisca la Bossi-Fini e si doti di una legge sull’immigrazione da paese civile.

Thomas Casadei e Antonio Mumolo consiglieri reg. Pd

(Forlimpopoli)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000