IMOLA

Vaccini, copertura altissima per i bimbi di nidi e materne a Imola

Per alcune tipologie raggiunta la percentuale di copertura del 98%. In tutta la Regione solo Ferrara e Parma hanno fatto meglio

04/09/2018 - 08:29

Vaccini, copertura altissima per i bimbi di nidi e materne a Imola

IMOLA. Risultati straordinari per l’Ausl di Imola nella copertura vaccinale dei bambini di nidi e materne. In tutta la regione solo Ferrara e Parma sono riuscite a fare meglio di Imola. L'Azienda Usl di Imola è infatti tra le aziende della regione che ha ottenuto il miglior risultato di copertura vaccinale complessiva contro difterite, tetano, poliomielite ed epatite B tra i nati nel 2016, 2015 e 2014. La conferma è arrivata dopo la diffusione dei dati regionali.

«Siamo molto contenti - spiega Roberto Rangoni, responsabile prevenzione malattie infettive - Volendo fare un paragone sportivo, abbiamo vinto molte medaglie nelle varie categorie vaccinali raggiungendo percentuali al di sopra della soglia di sicurezza stabilita dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (95% ndr). Il miglior risultato regionale lo abbiamo ottenuto con il vaccino morbillo-parotite-rosolia per i nati 2014 (quota 98,2%) e i nati 2015 (quota 97%). Lo scorso anno abbiamo effettuato circa 20.000 vaccinazioni a minori 0-18 anni e fino ad oggi abbiamo eseguito 322 colloqui informativi su richiesta esplicita dei genitori. Dai controlli svolti sui registri degli iscritti alle scuole di infanzia e materne del nostro territorio (minori da 0 a 6 anni) sono solo 58 i bambini residenti non in regola e poco meno di 50 i non residenti che dovranno portare a scuola il certificato vaccinale, non essendo presenti nella nostra Anagrafe».

Impegno premiato

Da parte della direzione generale, il ringraziamento agli operatori dei servizi vaccinali. «E’ dovuto un sincero ringraziamento ai nostri operatori per tutto quello che hanno fatto e stanno facendo – ha detto il direttore generale Andrea Rossi - I risultati raggiunti premiano infatti l’intenso impegno dei nostri professionisti, medici igienisti e pediatri, infermieri e assistenti sanitarie, nonché la sensibilità e ricettività dei nostri cittadini verso questo importante tema».

Niente scuola senza vaccino

Come definito dalla Delibera di Giunta regionale 1391 del 27 agosto, i genitori dei minori non in regola con gli obblighi vaccinali per la frequenza di scuole di infanzia e materne sono tenuti a presentare alla scuola la prenotazione per le vaccinazioni non eseguite. In tal senso l'Azienda USL di Imola sta fornendo appuntamenti a libero accesso con termine il 30 settembre. Scaduto il termine, se il minore non avrà avviato le vaccinazioni, non potrà essere ammesso a scuola fino a presentazione della certificazione vaccinale.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c