IMOLA

Terremoto al Con.Ami, la giunta di Imola non commenta le dimissioni di Manara

Il M5S: «Lo riteniamo solo un punto di inizio, i primi frutti di una stagione che intendiamo rendere lunga e prospera»

di LUCA BALDUZZI

22/08/2018 - 11:26

Terremoto al Con.Ami, la giunta di Imola non commenta le dimissioni di Manara

IMOLA. Nessun commento. L’Amministrazione Sangiorgi sceglie di non intervenire - perlomeno in maniera diretta - sulle dimissioni anticipate di Stefano Manara da presidente del Con.Ami.

Le uniche considerazioni della maggioranza sulla decisione di Manara arrivano attraverso una nota firmata genericamente Movimento 5 stelle Imola, anche se inviata con l'indirizzo e-mail personale del vicesindaco Patrik Cavina.

«Lo riteniamo solo un punto di inizio», scrivono i grillini. «I primi frutti di una stagione che intendiamo rendere lunga e prospera».

Nuova stagione

«Ci auguriamo e ci adopereremo affinché finalmente si apra una nuova stagione anche all’interno del Con.Ami», aggiunge la nota «che - ricordiamo per completezza di cronaca - nell’ultimo quinquennio non è risultato proprio impeccabile su più fronti di gestione».

L’elenco è lungo: «La nuova caserma dei Vigili del Fuoco di Imola è ancora ferma con le 4 frecce», ricorda il Movimento 5 stelle, «via Selice (nonostante le innumerevoli proposte e sollecitazioni) ha riscontrato una progettualità sapientemente parcheggiata nel cassetto, per non parlare dell’assurdo ampliamento della discarica “Tre monti” che ha portato una negativa ribalta al nostro territorio per i ricorsi vinti al Tar e al Consiglio di Stato dal comitato “Vediamocichiaro”. Per concludere, anche l’Antitrust ha puntato la propria attenzione sul Con.Ami capeggiato proprio da Stefano Manara».

Esame delle criticità

A fare la prossima mossa saranno i consiglieri comunali della maggioranza: «Per cominciare chiederemo urgentemente la convocazione degli organi preposti», annunciano i grillini, «al fine di un attento esame delle criticità attualmente presenti nell’Ente e di una verifica del piano industriale e della sua sostenibilità alla luce delle novità intervenute e in un’ottica di governance ridisegnata».

Il tutto «nelle possibilità di convergenza fra le diverse componenti societarie rispetto a un disegno comune e condiviso», conclude la nota, «stando ai principi della massima trasparenza e del perseguimento dell’interesse collettivo, dei cittadini imolesi e degli altri comuni soci».

Venerdì assemblea

E’ in programma per dopodomani il Consiglio di amministrazione del consorzio in cui Manara ufficializzerà le proprie dimissioni. Possibile che sia quello il momento in cui la Giunta interverrà in prima persona sulla vicenda.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c