Extra è il magazine estivo del Corriere Romagna dal 1994

IMOLA

Popolazione stabile In calo nella Vallata, ma cresce Fontanelice

Gli stranieri sono il 9,6% dei residenti, con un picco dell’11,5% a Mordano; sono appena il 7,2% invece a Castel Guelfo

24/05/2018 - 12:48

Popolazione stabile In calo nella Vallata, ma cresce Fontanelice

IMOLA. Gli imolesi sono ancora di poco sotto quota 70mila. Con un incremento a Fontanelice e una diminuzione a Borgo Tossignano e Castel del Rio. Gli stranieri sono oltre 12mila, pari al 9,6% dei residenti del circondario. Questa la fotografia scattata dall’Istat al 31 dicembre 2017, un’anticipazione dei dati sulla popolazione dal momento che i numeri definitivi saranno pubblicati dall’Istituto di statistica a metà anno.

Così nel Circondario

Nei 10 comuni dell’Imolese gli abitanti sono 133.203, di cui 12.775 stranieri. Numeri che sostanzialmente rispecchiano quelli dell’anno scorso. Partendo dal comune più grande, Imola, i numeri sono pressoché identici alla rilevazione fatta il 31 dicembre 2016: 69.934 residenti, di cui 7.177 stranieri (che rappresentano il 10,3% della popolazione).

Seguono Castel San Pietro, 20.862 residenti, di cui 1.796 stranieri (8,6%), e Medicina, 16.768 residenti, di cui 1.315 stranieri (7,8%). A seguire troviamo Dozza, 6.588 residenti, di cui 535 stranieri (8,1%), Mordano, 4.692 residenti, di cui 540 stranieri (11,5%) e Castel Guelfo, 4.506 residenti, di cui 326 stranieri (7,2%).

È la vallata del Santerno il territorio del circondario dovo si sono registrate più variazioni. Al di là di Casalfiumanese, l’unico stabile con 3.460 residenti, di cui 389 stranieri (11,2%), Fontanelice registra un +1,8%. Si tratta di una delle più alte percentuali in tutto il territorio della Città Metropolitana di Bologna, anche se va detto che questo fenomeno è normale di fronte ai piccoli numeri. Al 31 dicembre 2017 i residenti erano 1.944 (di cui 219 stranieri, pari all’11,3%), mentre un anno prima erano 1.916.

Stesso discorso per Borgo Tossignano, 3.240 residenti, di cui 350 stranieri (10,8%) e Castel del Rio, 1.209 residenti, 128 stranieri (10,6%). A Borgo Tossignano il calo è stato di 43 unità, mentre a Castel del Rio di 42.

Un milione in provincia

Stabilmente sopra il milione e in leggero aumento rispetto all’anno precedente: sono 1.011.378 gli abitanti del territorio provinciale di Bologna al 31 dicembre 2017, di cui 487.254 maschi e 524.124 femmine, con un incremento pari allo 0,2% rispetto all’anno precedente, ovvero 2.168 residenti. I residenti con cittadinanza straniera sono 118.770 (54.087 femmine e 64.683 maschi). Rispetto al 1° gennaio 2017 sono aumentati di 909 unità, lo 0,8%, e rappresentano l’11,7% dei residenti. Tale percentuale raggiunge il 15,3% a Bologna, il 15% a Crevalcore e il 14,5% a Galliera.

I comuni nei quali si è verificata la maggior variazione percentuale dei residenti rispetto all’anno precedente sono, come detto poco fa, Fontanelice (+1,8%), San Giorgio di Piano (+1,4%), Malalbergo (+1,3%) e Sant’Agata Bolognese (+1,2%); quelli con la diminuzione più rilevante si trovano in Appennino. Oltre ai già citati Castel del Rio e Borgo Tossignano, c’è anche San Benedetto Val di Sambro.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402