IMOLA

Fuggono su furgone rubato e speronano le volanti

Arrestati due giovani stranieri residenti a Imola. Erano stati sorpresi dal proprietario a rubare in un’azienda a Castel del Rio

21/04/2018 - 11:56

Fuggono su furgone rubato e speronano le volanti

IMOLA. Dopo aver fatto razzia nelle auto in sosta, sono saliti su un furgone e sono fuggiti lungo la Montanara, ma sono stati bloccati e arrestati dopo un inseguimento che ha coinvolto carabinieri e polizia.

Una sfilza di reati che ha fatto scattare le manette ai polsi di due stranieri, entrambi di nazionalità marocchina e residenti a Imola, di 22 e 23 anni, chiamati a rispondere di furto aggravato, danneggiamenti e resistenza a pubblico ufficiale.

I due malviventi, intorno alle 23 di giovedì sera, si sono introdotti nel piazzale di un’azienda metalmeccanica di Castel del Rio. Hanno rivolto le loro attenzioni alle auto parcheggiate, rovistando negli abitacoli. È però sopraggiunto il proprietario: a quel punto, per darsi alla fuga, i due hanno preso possesso di un furgone, l’hanno messo in moto e sono scappati abbattendo il cancello.

Nel frattempo sono state allertate le forze dell’ordine, e il furgone con a bordo i due fuggitivi è stato intercettato a Borgo Tossignano da una pattuglia dei carabinieri, che si è messa all’inseguimento lungo la Montanara.

Grazie al collegamento fra le centrali operative, alle porte della città, in via Codrignano, due pattuglie della Polizia di Stato hanno disposto le auto trasversalmente nella carreggiata per bloccare la via di fuga.

Il conducente del furgone, però, non si è fermato: ha tentato di sfondare il posto di blocco, speronando una volante. Nell’impatto tuttavia ha perso il controllo del furgone, che è finito fuori strada ribaltandosi in un fossato. I due fuggitivi, illesi, sono stati quindi bloccati e arrestati dagli agenti del Commissariato di Imola.

Nessun agente è rimasto ferito, nonostante le volanti siano state danneggiate dallo scontro. Nella mattinata di ieri i due malviventi sono stati condotti in tribunale a Bologna per l’udienza di convalida dell’arresto.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402