IMOLA

Il latte in primo piano per l'edizione 2018 del Baccanale

Scelto il tema per l'edizione di quest'anno. "L'obiettivo? Conoscerne le virtù e le caratteristiche, ma anche le molteplici modalità di utilizzo"

Il latte in primo piano per l'edizione 2018 del Baccanale

IMOLA. E’ “L’Italia del latte” il titolo scelto per l’edizione 2018 del Baccanale, la tradizionale rassegna enogastronomica e culturale che anima il mese di novembre. Due gli obiettivi alla base di questa scelta: «Conoscere le virtù e le caratteristiche del latte – spiegano dal Comune –, ma anche le molteplici modalità di utilizzo di questo prodotto profondamente naturale e, al tempo stesso, elemento decisivo della cultura alimentare».

Prodotto antico

Un prodotto con una lunga storia: «Fin dall’antichità l’uomo si è dedicato all’allevamento di ovini, caprini, bovini e di altri animali, sfruttandone vantaggi e qualità, tra cui quella di fornire il latte, alimento simbolo di vita, abbondanza, fertilità, con molteplici virtù e grande potere nutritivo – aggiunge via Mazzini –. Il latte è infatti un alimento completo, ricco di sostanze proteiche, sali minerali, vitamine e fonte privilegiata di calcio».

Un prodotto variegato: «Oltre al latte vaccino vengono utilizzati nell’alimentazione umana il latte di pecora, di capra, di bufala e d’asina, ognuno con le proprie caratteristiche nutritive e organolettiche – continua il Comune –. La presenza di intolleranze al lattosio, che rende impossibile ad alcuni individui il consumo di latte animale, ha incrementato negli ultimi anni l’utilizzo alternativo di latte ottenuto dalla triturazione di semi vegetali (mandorle, soia, orzo, riso, ecc.), successivamente impastati con acqua e zucchero e quindi filtrati».

I tanti utilizzi

Un prodotto dagli utilizzi molteplici: «Molta parte del latte viene consumata come bevanda, ma il latte può essere utilizzato anche per cotture delicate, salse, ricette dolci e salate – si prosegue da via Mazzini nel presentare il tema scelto per la rassegna –. Inoltre, da sempre per essere conservato viene sottoposto al processo di trasformazione artigianale o industriale che dà origine al formaggio. La produzione e il consumo del formaggio sono diffusi in tutte le epoche storiche, in varia misura secondo le popolazioni e le culture. Piatto forte per i poveri, abbellimento della tavola per i ricchi nell’antichità, fonte di proteine nelle diete monastiche che escludevano la carne e nelle diete vegetariane dei nostri giorni, componente fondamentale in impasti, torte e pasticci e condimento abituale di tanti piatti di pasta».

Italia terra d’elezione

Una ricchezza «che trova in Italia una terra d’elezione – conclude la presentazione il Comune – che il Baccanale non mancherà di valorizzare e promuovere con i prodotti caseari e le numerose realtà culturali, produttive e turistiche del territorio imolese».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402