IMOLA

Commissario in arrivo. Dovrebbe essere Adriana Cogode

Si tratta del viceprefetto vicario presso la Prefettura di Bologna da giugno del 2016

di LUCA BALDUZZI

22/01/2018 - 16:01

Commissario in arrivo. Dovrebbe essere Adriana Cogode

IMOLA. Potrebbe essere una donna il commissario prefettizio che subentrerà al primo cittadino Daniele Manca a seguito delle dimissioni dal proprio incarico annunciate il 4 gennaio scorso e che diventeranno definitive mercoledì prossimo.

Il nome che ricorre più spesso, infatti, è quello di Adriana Cogode, viceprefetto vicario presso la Prefettura di Bologna dal giugno del 2016.

Esattamente come è accaduto dopo le dimissioni del sindaco Massimo Marchignoli dieci anni fa, con la designazione a commissario prefettizio di Matteo Piantedosi (attualmente alla guida di palazzo “Caprara”, ndr), sarebbe ancora una volta il viceprefetto vicario ad assumere questo incarico.

Curriculum

Entrata nella carriera prefettizia il 1° gennaio del 1986, la dr.ssa Adriana Cogode è stata assegnata alla Prefettura di Sondrio, in cui ha ricoperto gli incarichi di vice capo di gabinetto, di vice dirigente dell’ufficio di Protezione civile, di responsabile del Servizio documentazione, di addetto al Servizio antimafia e Ordine pubblico, e di addetto agli Affari generali. Nel 1990 è stata trasferita presso la Prefettura di Messina e assegnata all’ufficio di gabinetto, con gli incarichi di vice dirigente del Servizio per le tossicodipendenze, di responsabile dell’ufficio di Protezione civile e Tutela dell’ambiente, e di vice capo di gabinetto. E fra il 2000 e il 31 maggio del 2006 ha assunto anche la funzione di responsabile dell’ufficio Emergenza rifiuti.

Prima del suo arrivo a Bologna, il 26 luglio del 2010 era stata trasferita presso la Prefettura di Reggio Emilia, dove ha ricoperto l’incarico di viceprefetto vicario. E qui è stata anche coordinatrice del Ccs-Centro di coordinamento dei soccorsi istituito dopo i terremoti che hanno colpito la nostra regione il 20 e il 29 maggio di sei anni fa.

Esperienza da commissario

La dr.ssa Adriana Cogode è stata componente della Commissione straordinaria per la gestione del Comune di Castellammare del Golfo, in provincia di Trapani, destinatario di un provvedimento di scioglimento per infiltrazioni di tipo mafioso, fra l’agosto del 2007 e il giugno del 2008. Ma anche Commissario straordinario dei Comuni di Castelnovo di Sotto, nel reggiano, nel 2013, e di Correggio, sempre in provincia di Reggio Emilia, l’anno successivo.

Riconoscimenti

Con decreto del presidente della Repubblica del 2 giugno del 2011, alla dr.ssa Adriana Cogode è stata conferita l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine “Al merito della Repubblica italiana”.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402