IMOLA

Fuochi e giochi di luce alla Rocca. In quattromila festeggiano il 2018

02/01/2018 - 12:15

Fuochi e giochi di luce alla Rocca. In quattromila festeggiano il 2018

IMOLA. Le limitazioni previste per garantire la sicurezza non hanno ostacolato la festa di Capodanno ai piedi della Rocca dove migliaia di persone hanno voluto festeggiare l’arrivo del nuovo anno tra giochi di luci e fuochi d’artificio che hanno illuminato a giorno la Rocca sforzesca regalando uno spettacolo unico. Brutta sorpresa solo per qualche automobilista che non ha rispettato i divieti di parcheggio nella zona e si è beccato la multa. «E’ andato tutto bene – fanno sapere dagli uffici della polizia Municipale – a parte qualche multa con rimozione dei mezzi, inevitabili per garantire la sicurezza, non si sono registrati problemi di ordine pubblico».

Ad aprire la serata è stato il sindaco Daniele Manca che ha fatto gli auguri ai circa quattromila presenti (secondo i conteggi rilevati agli ingressi dai contapersone) poi è partito lo spettacolo che ripercorreva con videoproiezioni e giochi di luce gli eventi salienti dagli anni Sessanta ad oggi con ogni decade ripercorsa da un video. E alla fine della storia spazio ai fuochi d’artificio sulla Rocca, sempre spettacolari e suggestivi che hanno tenuto tutti con il naso all’insù per diversi minuti. Non sono mancati i brindisi, i canti e le strette di mano per sognare tutti insieme un 2018 migliore di quello appena concluso. L’ultimo giorno dell’anno ha regalato anche una serata speciale al teatro Ebe Stignani di Imola dove ha riscosso molto successo lo spettacolo “Toren” messo in scena dagli acrobati della compagnia Sonics. Uno spettacolo magico che ha suscitato stupore e ammirazione regalando grandi emozioni ai presenti. Cena street food e musica live invece a “Natalezeropare” prima e dopo i fuochi d’artificio in rocca, per una serata di festa insieme.

Castel San Pietro

Comici di Zelig protagonisti sul palco, gli artisti sono scesi nella piazza di fianco al teatro e hanno intrattenuto i cittadini nell'attesa della mezzanotte. Qui, come è ormai tradizione, la Pro Loco e il Gruppo Alpini hanno offerto il vin brulè. Il sindaco Fausto Tinti ha fatto gli auguri alla città e, allo scoccare della mezzanotte, hanno preso il via il brindisi e i fuochi d'artificio dalla Torre del Cassero.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c