SANITA'

Meningite, il 17enne sottoposto all'accertamento di morte cerebrale

Era ricoverato all'ospedale Santa Maria della Scaletta in gravi condizioni dalla scorsa settimana

 E' stata la meningite a uccidere il 21enne

IMOLA. Dalle ore 12 di oggi, il diciassettenne colpito da meningite batterica e ricoverato in Terapia Intensiva all'ospedale di Imola è sottoposto ad osservazione per l'accertamento di morte cerebrale. "Come indicato dalla legge - scrive l'azienda sanitaria locale in una nota -, il periodo di accertamento di morte cerebrale ha una durata di 6 ore, durante le quali la commissione incaricata (nota come CML, commissione medico-legale) procede a verificare, a distanza di intervalli regolamentati, la presenza di una serie di criteri medici per riscontrare la morte cerebrale del paziente e solo al termine del periodo di accertamento può essere dichiarata la morte dello stesso". Il ragazzino era stato ricoverato al Santa Maria della Scaletta venerdì scorso in condizioni critiche. La profilassi era stata somministrata anche agli operatori sanitari che avevano preso in cura il paziente oltre che a familiari, amici, compagni di classe. 

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2017