Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 02:00

VETRATA SFONDATA

Ennesima spaccata al Sunrise Caffè, terzo colpo in pochi mesi

Rubati 50 pacchetti di sigarette. Le telecamere riprendono due individui a volto coperto

Ennesima spaccata al Sunrise Caffè, terzo colpo in pochi mesi

IMOLA. Terza spaccata in pochi mesi al Sunrise Caffè di via Volta a Imola, nella notte fra domenica e lunedì. I ladri, due individui con il volto coperto, ripresi dalle telecamere di videosorveglianza del locale, hanno rubato cinquanta pacchetti di sigarette. A metterli in fuga, probabilmente prima di quanto avessero immaginato, è stata l’attivazione dell’allarme fumogeno, che in pochi secondi ha impedito loro la visuale all’interno del bar.

«Mancavano dieci minuti alle 4», racconta molto sinteticamente Pierangelo Visani, titolare del Sunrise Caffè. «È scattato l’allarme, poi sono intervenuti i carabinieri. Le telecamere di sorveglianza hanno ripreso due persone con il volto coperto. È il terzo furto da quando ci siamo trasferiti nella nuova sede», nello stesso edificio in cui si trovano gli uffici della Cisl cittadina, dal lato opposto di viale Marconi rispetto a dove il locale era aperto fino a poco meno di un anno fa.

«Non sono ancora riuscito a quantificare i danni», aggiunge Visani «però oltre alle sigarette rubate, ci sono i danni alla porta a vetri sfondata (sul lato del bar che si affaccia sul viale, ndr) e quelli morali». Qualche migliaio di euro, però quando succede per la terza volta pesano sicuramente di più.

I militari dell’Arma sono intervenuti dopo avere ricevuto la segnalazione di un cittadino, esattamente come nella notte fra il 28 e il 29 marzo scorsi, a cui risale il primo episodio. In quella occasione, una telefonata ai carabinieri alle 4.39 aveva consentito di arrestare uno dei ladri, un trentaduenne originario di Zagabria, in Croazia, e residente a Imola, mentre si stava allontanando con duecentocinquanta pacchetti di sigarette, con l’accusa di furto aggravato in concorso. Il secondo episodio, invece, è successo a giugno.

I carabinieri di Imola stanno indagando sull’episodio, hanno visionato i filmati delle telecamere installate nel locale alla ricerca di qualche particolare utile al riconoscimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000