Giovedì 22 Giugno 2017 | 14:01

Corriere Tv

PRONTO SOCCORSO

L'arbitro ha un infarto in campo, salvato da giocatori e dirigenti

Hanno messo in pratica quanto appreso nei corsi di primo soccorso e utilizzato in maniera corretta il defibrillatore fino all'arrivo del 118

L'arbitro ha un infarto in campo Salvato da giocatori e dirigenti

IMOLA. Solamente la prontezza di riflessi dei giocatori e dei dirigenti della “Dolce vita Zolino” e della “G.B. Motors Sasso Morelli” ha fatto sì che una partita non si trasformasse in tragedia. Sono trascorsi appena cinque, forse dieci, minuti dal fischio di inizio di uno fra i match di punta del campionato di calcio amatori organizzato dal comitato di Imola del Centro sportivo Italiano, sul campo del centro sociale “Zolino”, lunedì sera, quando l’arbitro si accascia a terra, a causa di un infarto. «Immediatamente i giocatori e i dirigenti delle due squadre hanno messo in pratica quanto appreso durante i corsi di primo soccorso, e grazie anche al corretto uso del defibrillatore hanno permesso al personale del 118 di trovare, ancora in condizioni recuperabili, la persona priva di sensi», racconta Gabriele Baccilieri, coordinatore della Commissione tecnica unica del Csi cittadino. «L’arbitro è stato portato subito all’ospedale (“Villa Maria” di Bologna, ndr). Ora la crisi sembra superata».

Nel pomeriggio di ieri, il bollettino medico reso noto dalla casa di cura fa sapere che «verrà dimesso questa sera (ieri sera, ndr) o domani mattina (questa mattina, ndr) dalla terapia intensiva e verrà portato a Imola, perché fuori pericolo di vita». E alla buona notizia si affiancano i complimenti dello staff non solamente per il pronto intervento, ma anche e soprattutto per «avere utilizzato il defibrillatore in maniera corretta e in tempi brevi, contribuendo a salvare una vita».

Per scongiurare la tragedia «la presenza del defibrillatore presso il centro sociale “Zolino” è stata fondamentale», conviene Baccilieri. Da qui l’invito rivolto a tutte le società affiliate a «verificare la presenza del defibrillatore nelle immediate vicinanze del campo sportivo in cui si disputano le gare di campionato, e nel caso provvedere all’acquisto, nonostante l’attuazione del Decreto legge sui defibrillatori negli impianti sportivi sia slittata al 30 giugno prossimo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000