Giovedì 19 Ottobre 2017 | 12:38

Pi� letti oggi

GELO

Decine di cadute sul ghiaccio

Potenziato il Pronto soccorso. Alle 9 del mattino già 25 traumi per le scivolate, l'Ausl corre ai ripariIn azione due mezzi dalle 7.15 alle 10: distribuiti 80 quintali di sale

Decine di cadute sul ghiaccio

Il pronto soccorso (foto MAURO MONTI)

IMOLA. Alta affluenza al Pronto soccorso dell’ospedale “Santa Maria della Scaletta” di Imola fin dalle prime ore della mattinata di ieri, a causa delle tante cadute sul ghiaccio. «Alle 9 erano già venticinque le persone registrate per traumi di questo tipo, una constatazione che ha fatto scattare prontamente misure organizzative straordinarie», rende noto l’Azienda Usl di Imola.

In ospedale, «dalle 9 è stato attivato un ambulatorio aggiuntivo dedicato al Pronto soccorso generale, con presenza di un medico e di un infermiere, e anche l’organico della radiologia del dipartimento di Emergenza e accettazione è stato potenziato, con un medico e un tecnico di radiologia. Dalle 14 alle 20 è stato anche potenziato il Pronto soccorso ortopedico, con la presenza aggiuntiva di un medico e di un infermiere. Inoltre sono state messe a disposizione barelle e sedute aggiuntive, e il sistema di trasporti interni all’ospedale è stato potenziato fino al tardo pomeriggio». E anche se «restano attive le misure già predisposte nelle scorse settimane, che garantiscono la possibilità di deflusso dei pazienti dal Pronto soccorso ai reparti, se necessario, fortunatamente la maggior parte dei traumi trattati non ha necessitato di ricovero».

Sul territorio, inoltre, «un’ambulanza in più era su strada dalle 10.30 e nel pomeriggio i trasporti programmati sono stati ridotti all'indispensabile per dare maggiore spazio alle urgenze».

Il Comune, invece, fa sapere che «ieri mattina sono stati impiegati due mezzi, che sono entrati in azione dalle 7.15 fino alle 10 e che hanno distribuito circa ottanta quintali di sale lungo tutte le strade collinari e in città nei punti di maggiore criticità» come le rotatorie, i sovrappassi e i sottopassi. Sale che si è aggiunto ai quasi centro quintali distribuiti nei giorni scorsi, in due diverse occasioni.

Sul versante della circolazione stradale, poi, «la Polizia municipale non ha rilevato incidenti, mentre in mattinata sono giunte al comando alcune chiamate per segnalare pedoni scivolati lungo i marciapiedi».

«Le indicazioni date nel piano neve e ghiaccio sono state seguite alla lettera dalle scuole che, in collaborazione con il Comune, dimostrano sempre disponibilità, coordinamento e capacità di intervento», aggiunge Giuseppina Brienza, assessore alla Scuola. In via precauzionale, però, via Mazzini ha disposto la chiusura temporanea al pubblico della Rocca Sforzesca nelle giornate di oggi e domani.

«Siamo consapevoli dei disagi dei cittadini e comprendiamo questo stato di difficoltà», commenta Roberto Visani, assessore ai Lavori pubblici. «Per questo siamo impegnati con tutte le iniziative possibili per cercare di ridurre i disagi e garantire il massimo di sicurezza sia alla circolazione stradale sia a quella pedonale, ben sapendo che in questi casi è possibile ridurre i disagi, ma non eliminarli del tutto. Pertanto, oltre a garantire il pieno impegno da parte di BeniComuni e della Polizia municipale, invitiamo i cittadini a muoversi con il massimo di prudenza, sia in auto che a piedi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000