Martedì 06 Dicembre 2016 | 09:08

ZONA STAZIONE

Aperto il parcheggio per le biciclette

Trecento stalli per liberare le aiuole davanti all'ingresso principale

Aperto il parcheggio per le biciclette

IMOLA. Niente più biciclette nelle aiuole davanti all’ingresso principale della stazione ferroviaria di Imola. E’ l’obiettivo che si prefiggono il Comune e Area blu dopo l’apertura, già ieri sera, del nuovo parcheggio con trecento stalli fissi nella zona dell’ex scalo merci.

Si passerà prima attraverso «una ordinanza che non consentirà la sosta, al di fuori di quella temporanea», spiega Vanni Bertozzi, presidente di Area Blu, anche se «già oggi il Regolamento di Polizia locale prevede che le biciclette non possano essere parcheggiate al di fuori dagli spazi appositi predisposti, nel caso in cui questi siano presenti», precisa Roberto Visani, assessore ai Lavori pubblici.

Poi «cominceremo a portare via qualche rastrelliera che rimane vuota», aggiunge Marino Casadio, responsabile del progetto per Area Blu, «a recintarne altre, e infine sposteremo all’interno del parcheggio quelle rastrelliere a cui le bici dovessero rimanere legate per lungo tempo». Tutto questo «entro due o tre settimane, un mese al massimo».

Arrivando al parcheggio, «ha due ingressi, uno da piazzale Marabini e uno da via Sanarina», quest’ultimo attraverso un collegamento illuminato realizzato appositamente, «e un passaggio pedonale consente di portarsi direttamente sul primo binario e su quello 1 ovest», spiega Bertozzi. «Per la parte che si affaccia su piazzale Marabini, che Ferrovie dello Stato ci ha già dato la possibilità di utilizzare, stiamo aspettando che si concluda la pratica per l’acquisizione, ci auguriamo entro la fine di quest’anno. A quel punto potremmo abbattere il muro e la cooperativa dei tassisti trasferirà qui la propria sede». Per il momento, lì hanno trovato posto quindici stalli per le motociclette. Aspetto non meno importante, «il parcheggio sarà tenuto sotto controllo da due telecamere per la videosorveglianza».

Guardando all’intera area dell’ex scalo merci, poi, Bertozzi anticipa alcune fra le ipotesi allo studio: «Un concorso per la progettazione dello Sportello utenti di Area blu, per trasferire una parte degli uffici da via Mentana e contribuire alla rivitalizzazione della zona. Oppure, se l’importo dei lavori di cui c’è necessità per l’adeguamento dell’edificio dovesse risultare eccessivamente elevato, si potrebbe immaginare una struttura coperta ex novo con ulteriori cinquanta-sessanta stalli per le biciclette, magari anche modulare a seconda del bisogno». Rimane in fondo alla lista l’idea di nuovi parcheggi per le automobili.

«All’indomani dell’inaugurazione dei percorsi casa-lavoro in bicicletta, si tratta di un ulteriore segnale di attenzione al tema della mobilità sostenibile», commenta Visani. «E in questi ultimi mesi la zona della stazione ferroviaria sta progressivamente cambiando aspetto. Dopo l’intervento nel sottopassaggio, aggiungiamo un altro tassello al progetto di riqualificazione dell’area dell’ex scalo merci».

Il nuovo parcheggio verrà inaugurato in maniera ufficiale al termine dei lavori di manutenzione straordinaria delle due aiuole di piazzale Marabini, a carico di BeniComuni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000