Domenica 25 Settembre 2016 | 07:25

Più letti oggi

CASTEL SAN PIETRO TERME

Si rompe la bici, trafitto dal manubrio

Grave un insegnante dell'Alberghiero residente a Russi che stava andando in stazione per tornare a casa

Si rompe la bici, trafitto dal manubrio

CASTEL SAN PIETRO TERME. Stava rientrando dal lavoro, dirigendosi in bicicletta verso la stazione ferroviaria come ogni giorno, quando all’improvviso è accaduto l’imponderabile: la bici si è rotta all’improvviso, e cadendo è stato trafitto all’addome dal manubrio.

E’ accaduto ieri pomeriggio a Castel San Pietro Terme, in viale Gramsci. Vittima dell’incredibile incide un insegnante dell’istituto alberghiero, di 55 anni e residente a Russi, nel Ravennate.

L’uomo è stato subito soccorso da un’ambulanza e un’auto medicalizzata del 118 e trasportato con un codice di massima gravità all’ospedale Santa Maria della Scaletta di Imola. I medici, dopo gli accertamenti e le prime cure, si sono riservati la prognosi, e fino a ieri sera si trovava ancora in prognosi riservata.

Del grave incidente - che si configura come un infortunio sul lavoro, essendo avvenuto nel tragitto dal posto di impiego verso l’abitazione - sono stati informati i carabinieri di Castel San Pietro Terme e il Commissariato di Imola.

L'uomo è un apprezzatissimo chef, ed insegna cucina all’istituto professionale alberghiero “Bartolomeo Scappi” da una ventina d’anni.

Martedì pomeriggio, come di consueto, stava facendo rientro verso casa dopo le lezioni: insieme a un gruppo di colleghi anche loro pendolari, dopo essere arrivati in treno in stazione, si spostano per Castello in bicicletta. Stando ai primi accertamenti, la rottura della bicicletta sarebbe avvenuta nel blocco del manubrio, e sarebbe stata l’asta di metallo a trafiggere il docente all’altezza dell’addome.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000