Lunedì 05 Dicembre 2016 | 01:23

FURTO TRA GLI STAND ALLA TOZZONA

Rubano l'incasso della Festa dello Sport

Ladro in fuga tra la gente: spariti 14mila euro

Rubano l'incasso della Festa dello Sport

IMOLA. Le impiegate avevano da poco chiuso le casse: lì, nello stand della festa, ormai erano rimasti in pochi. Per lo più volontari, qualche amico, i dirigenti. Un paio di volti sconosciuti, ma nulla di più. I soldi erano stati appena riposti nella solita valigetta: l’incasso della giornata. E’ bastato un attimo di distrazione, e la borsa è scomparsa: arraffata da un finto cliente che se l’è data a gambe in mezzo ai volontari senza che nessuno riuscisse a fare in tempo a fermarlo, e quasi nemmeno ad accorgersi del furto.

Ed è così che, domenica sera, in due hanno rubato l’intero incasso della serata della Festa dello sport del centro sociale La Tozzona, consueto appuntamento di fine estate in Pedagna: rubati circa 14mila euro. Sconvolti gli organizzatori che ieri sera sono dovuti tornare a festeggiare facendo buon viso a cattivo gioco, perché lo spettacolo deve continuare: «Che dispiacere non solo per i soldi, ma soprattutto per i tanti volontari che qui mettono l’anima». La festa proseguirà questa sera e terminerà domani.

Erano le 22.45 circa di domenica. I tanti che avevano gremito lo stand per la cena alla Festa dello Sport se ne erano già andati. Era il momento di raccogliere i soldi, riporli nella solita valigetta e riportarli su negli uffici, sicuri in cassaforte. Le impiegate lo stavano facendo. Avevano appena chiuso la borsa con dentro circa 13 o 14mila euro («Non li abbiamo contati con esattezza per la rabbia: non ne abbiamo avuto la forza...», raccontano ora).

Davanti a loro, un ragazzo sulla trentina, carnagione scura, maglietta dello stesso colore dei tanti volontari dello staff del centro sociale. Impossibile distinguerlo tra gli altri. «Forse c’era già la sera prima, ma nessuno lo aveva notato. E’ stato questione di attimi - racconta Fulvio Linguerri, dirigente del centro sociale -: i soldi erano pronti nella valigetta da portar su; l’impiegata si è girata un solo istante e quando si è rivoltata verso la borsa non l’ha vista più. E’ stato tutto talmente surreale e veloce che lì per lì aveva pensato a uno scherzo».

Poi, però, il tempo di ragionare e di guardarsi attorno, l’occhio che cade su un ragazzo in fuga tra le poche persone rimaste, ed è stato semplice capire cosa fosse accaduto. «In mezzo al parco c’era un’auto che lo aspettava: un’Audi. Hanno preso la borsa e sono scomparsi nel nulla. Noi forse siamo stati ingenui: ci siamo sempre preoccupati di come trasportare i soldi in sicurezza da un posto all’altro, ma mai avremmo potuto immaginare che ce li avrebbero rubati lì, davanti a tutti, in mezzo a decine di persone», scuote il capo Linguerri.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Imola che ora stanno procedendo contro ignoti per furto con destrezza, ma intanto hanno raccolto le prime testimonianze dei volontari, alcuni dei quali hanno ben fissato in mente la fisionomia del ladro.

«Quello rubato era l’incasso della serata: tra i 13 e i 14mila euro, più o meno - fa i conti il dirigente -. Lo so perché avevamo fatto un po’ meno della sera prima, ma eravamo contenti perché in generale la festa sta andando benissimo. Quest’anno avevamo fatto anche diversi investimenti, sul bar, la cucina: insomma, alla festa tenevamo in maniera particolare. E ora, quei soldi, non li recupereremo più: siamo dispiaciuti e rattristati». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000