Martedì 06 Dicembre 2016 | 09:08

AC/DC IL CONCERTO

Un boato accoglie Brian Johnson

Poi è tutto rock e folla in delirio, Imola torna capitale del rock

Un boato accoglie Brian Johnson

IMOLA. Sul palco, Brian Johnson intona i primi versi, “Hey yeah! Are you ready?”, di Rock or Bust. Dal paddock e dalla tribuna della Rivazza, che così piena non la si vedeva davvero da un pezzo, 92.000 persone rispondono con il loro grido. Prende il via così il concerto degli Ac/Dc all’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola, la sola data nel nostro paese della tournée mondiale del gruppo australiano.

La scaletta infila una hit dietro l’altra, da Shoot to Thrill a Hell Ain’t a Bad Place to Be, Back in Black, Dirty Deeds Done Dirt Cheap, Thunderstruck, High Voltage, Rock’n’Roll Train, You Shook Me All Night Long, Sin City, Shot Down in Flames, Have a Drink on Me, T.N.T., Whole Lotta Rosie e Let There Be Rock. Dall’ultimo album, oltre alla canzone che gli dà il titolo e con cui comincia la serata, arrivano esclusivamente Play Ball e Baptism by Fire.

Hells Bells è il tradizionale omaggio all’ex cantante Bon Scott, scomparso nel 1980, e che proprio ieri avrebbe soffiato su 69 candeline. No comment, invece, sulla condanna dell’ex batterista Phil Rudd per istigazione all’omicidio, minacce e possesso di cannabis e di metamfetamina. Come bis arrivano Highway to Hell, a cui sono ispirate le molte magliette con la scritta “Highway to Imola, e For Those About to Rock (We Salute You).

«Abbiamo deciso di aprire entrambi i cancelli con un’ora di anticipo rispetto al previsto, per favorire l’affluenza del pubblico», fa sapere Claudio Trotta, della BarleyArts, che ha organizzato il concerto. «Nella massima serenità, senza ansie né isterismi, e con tutte le persone contente». Insomma, quella di Imola è una grande festa, che in tanti si aspettano già di replicare negli anni a venire.

«I nostri spazi e la nostra professionalità si prestano molto bene per eventi di questo genere, siamo molto ottimisti anche per il futuro», aggiunge Uberto Selvatico Estense, presidente di “Formula Imola”. «Siamo molto contenti, la nostra città si è attrezzata bene», conclude Daniele Manca, primo cittadino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000