Extra è il magazine estivo del Corriere Romagna dal 1994

RIMINI

Nuovo caso di tigna all'asilo, genitori infuriati

Lettera di protesta di mamme e papà: urge una soluzione subito

14/06/2018 - 14:49

Nuovo caso di tigna all'asilo, genitori infuriati

RIMINI. Un altro  malato a causa della colonia felina. Lo denunciano i genitori dei bambini che frequentano il nido e la scuola materna Isola Blu di Viserbella. In passato i casi erano stati numerosi poi il Comune era corso ai ripari. Evidentemente però, denunciano mamme e papà, non è bastato.

Questa la lettera dei genitori.

"Noi diciamo Basta! Siamo i genitori dei bambini che frequentano il nido e la scuola materna Isola Blu di Viserbella, e siamo stanchi, molto stanchi, di ascoltare tante parole e di vedere pochi fatti! Vogliamo che si trovi una soluzione definitiva al nostro problema. Sono due anni che i nostri figli, dall’ottobre 2016 quando si furono verificati i primi casi, non utilizzano il giardino a causa del contagio di un fungo della pelle derivata dalla tigna del gatto, un’infezione cutanea trasmessa dai gatti randagi che vivono nei dintorni e nella casa a fianco alla scuola, dove il terreno sabbioso del nostro giardino e di quelli limitrofi, diventa un enorme a grande lettiera contaminata, come da analisi effettuate dall’Asl. I tentativi, messi in atto dall’Amministrazione Comunale di Rimini, ad oggi, si sono rivelati inefficaci e non risolutivi, a prova di ciò un ennesimo caso da contagio nemmeno una settimana fa. Erano stati prospettati lavori alla recinzione esterna, la realizzazione di una sopraelevazione della stessa fino a 2.5 metri di altezza, con gli ultimi 50 cm sporgenti verso l’esterno, in modo che i gatti non potessero scavalcare, ma prevista solo su due lati, lavori che dovevano essere fatti sul giardino anteriore, bloccati a pochi giorni dall’inizio dei lavori, aprile 2018 per rinviarli all’estate, e nel giardino posteriore risultato contaminato. Soluzione che non ci piaceva per niente, obbligando i nostri figli a stare in una sorta di carcere, ma che avremmo accettato pur di vedere risolta la questione, ma a questo punto siamo più che convinti che l’unica strada sia la bonifica del terreno e la posa di un manto erboso sintetico, che non dia la
possibilità ai gatti randagi di usarlo come lettiera a cielo aperto. Quindi adesso diciamo basta, si deve trovare una soluzione definitiva, la nostra pazienza e la nostra disponibilità sono terminate. Non stiamo inoltre ad elencare la numerose teorie pedagogiche fondate sull’importanza di vivere lo spazio all’aperto, del lato ludico e di coordinamento del movimento nello sviluppo psico-motorio di un bambino in età da nido e maggiormente in età da scuola materna. Noi genitori paghiamo regolarmente il servizio scolastico al Comune di Rimini, e ciò prevedeva anche l’utilizzo del giardino, ma ai nostri figli, da circa due anni, è negata la possibilità del gioco all’aria aperta, avremmo diritto ad un risarcimento per questi due anni di “mezzo
servizio” e per questo riteniamo che non sia più giusto fare pagare ai nostri figli le conseguenze di provvedimenti, messi in piedi da questa Amministrazione, che si sono rivelati inutili ed approssimativi. La nostra voce vuole essere un monito per tutti i futuri utenti, perché non succeda più che a settembre ci si trovi nuovamente in questa spiacevole e assurda situazione.
Invitiamo, chiunque voglia, a venire a vedere la situazione in cui si trova il nostro giardino". Firmato: i genitori del plesso scolastico Isola Blu di Viserbella. 

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402