RIMINI

Infrazioni ai semafori, le telecamere ne scoprono ancora molte

In questi primi mesi una preoccupante crescita

12/06/2018 - 17:22

Infrazioni ai semafori, le telecamere ne scoprono ancora molte

RIMINI. Viale Principe Amedeo, è una Clio grigia quella che superando in pieno giorno le auto ferme in colonna alla sua destra, attraversa senza tentennamenti l’incrocio nonostante le auto su via Perseo stiano transitando regolarmente col semaforo verde. E’ ancora giorno in via Siracusa quando l’utilitaria, anch’essa grigia, compare nell’inquadratura della videocamera che già da qualche tempo sta riprendendo il semaforo che proietta luce rossa. Attraversa l’incrocio veloce e solo la fortuna vuole sia evitato un incidente che per dinamica avrebbe provocato, coinvolgendo altri utenti innocenti, danni e feriti. Sono solo alcune delle immagini che le telecamere posizionate su tre intersezioni cittadine regolate da impianto semaforico stanno quotidianamente riprendendo. Furono 8.285 nel 2009 le sanzioni registrate in quel primo anno d’esercizio scese poi a 5.681 nel 2010, per poi continuare a decrescere fino quasi a dimezzarsi con i 4376 del 2015. Un cambiamento di posizione che però anziché registrare una diminuzione delle infrazioni ha visto in questi primi mesi dell’anno un’impennata preoccupante. 2.149 sono state quelle rilevate dai nuovi sistemi di rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche nel 2017 contro le 1883 del 2016. Troppe per quella che resta assieme alla velocità la causa del verificarsi di incidenti anche gravi. L’attraversamento con il rosso, infatti, costituisce una delle più gravi infrazioni previste dal codice della strada che colpisce pesantemente non solo con una sanzione amministrativa di 163 euro ma anche con la decurtazione di 6 punti sulla patente destinati a diventare 12 qualora i conducenti abbiano conseguito la patente di guida da meno di tre anni. 

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c