L'intervista a Stefano Turrini

Il noleggiatore di sogni:auto di extra lusso,yacht, elicotteri e chalet

«Forniamo servizi in Italia ed Europa. In Emilia Romagna meno perché siamo troppo economici. Il russo se non spende non sente la qualità»

di NICOLA STRAZZACAPA

07/01/2018 - 09:00

Il noleggiatore di sogni:auto di extra lusso,yacht, elicotteri e chalet

Il parco macchine

RIMINI. Tutto è nato nei primi anni 2000 cercando di soddisfare uno sfizio da giovane amante delle auto da copertina patinata e del lusso, oggi quelle stesse auto gliele chiedono da New York e Mosca, Pechino e Nuova Delhi. La G e la T di GTRent Luxury Car giocano infatti sull’acronimo automobilistico, ma stanno a significare Giuliani e Turrini. Marco Giuliani e Stefano Turrini per la precisione, quest’ultimo romagnolo di 41 anni che insieme al socio bolognese ha messo letteralmente il turbo a quella passione giovanile attraverso un’attività con sede legale sotto le Due Torri, ma ‘corner’ nelle capitali turistiche più esclusive italiane ed europee (da Rimini a Montecarlo, Porto Cervo, Milano…) e una clientela che spazia fra i vari continenti.

Turrini, partiamo da principio.

«Una quindicina di anni fa, da ragazzi animati da una passione smisurata per le auto sportive abbiamo cercato di noleggiarne in giro per l’Italia, ma non abbiamo trovato un servizio all’altezza delle nostre aspettative, così abbiamo deciso di scommettere su questo settore e abbiamo deciso di metterci in proprio, sanando le lacune su cui avevamo sbattuto il naso».

Si spieghi meglio.

«La nostra idea è che un’auto di un certo tipo sia sempre un bel biglietto da visita: arrivare su un mezzo di lusso e con certi abiti fa ancora la sua differenza sia per appuntamenti di lavoro che per altro. A differenza di tante attività del genere, ci siamo da subito posti come obbiettivo di avere auto di nostra proprietà e oggi, dopo tanto lavoro, siamo fieri di possedere una nostra flotta composta da una decina di mezzi, principalmente Porsche, Lamborghini e Ferrari, tutte di ultimissima generazione e full optional, che sostituiamo ogni 24-36 mesi. Già questo fa la differenza, perché si conosce personalmente il mezzo che si propone e che consegniamo in tutta Italia e nel Sud Europa».

Molto spesso si pensa che chi noleggia lo faccia per la classica “sburonata” del vorrei ma non posso…

«Vorrei sfatare questo mito tutto romagnolo/italiano per cui lo fa chi non può permettersela: oggi molti imprenditori benché possano tranquillamente comprarsi super macchine preferiscono invece noleggiarle all’occorrenza (che sia solo per togliersi lo sfizio sempre emozionante della guida o come strumento d’immagine per un appuntamento di business) perché non hanno tutti gli oneri e i problemi della proprietà (bollo, superbollo, manutenzione, svalutazione…) e innumerevoli vantaggi in più. Oltre alla spensieratezza di non preoccuparsi mai di eventuali rotture o guasti meccanici, hanno infatti un’ampia scelta di macchine di lusso sempre nuove, idonee per ogni occasione, di ultima generazione, tenute meticolosamente e in continuo rinnovo, portate fin sotto casa… A confermare la solidità dei nostri clienti c’è poi sempre il deposito cauzionale, solitamente pari al 10% del valore del mezzo, che deve essere rilasciato come garanzia anche se restituito alla fine del noleggio: e per una Lamborghini da 250.000 euro è facile fare i conti… Anche per questo il nostro core business nel periodo estivo è principalmente legato al turista per un week end o due settimane magari, mentre d’inverno quando le richieste sono maggiormente per Suv per la montagna abbiamo creato varie proposte per clienti italiani per noleggi di quattro-cinque mesi che ci tengono le macchine più di livello e si sono fidelizzati. Addirittura uno ha ideato il Family brand».

Cioè?

«Vuole che tutta la famiglia giri con lo stesso marchio e dopo Audi ora ha scelto Porsche: lui la cambia mediamente ogni 4/5 mesi, ora ha la nostra Porsche Carrera 991 4S Cabriolet ma sta già aspettando di sostituirla con la nuova Porsche Carrera GTS4 Coupè che abbiamo ordinato ed immatricoleremo per fine gennaio. Mentre la moglie e la figlia hanno rispettivamente una Panamera Diesel ed una Macan; per loro invece che tengono l’auto per 24/36 mesi abbiamo fatto un noleggio a lungo termine in cui noi facciamo appunto da consulenti oltre che nella scelta del modello e della configurazione anche nella ricerca e nella definizione del contratto con il provider più affidabile e competitivo in base alle loro esigenze».

Qual è l’identikit del cliente più assiduo?

«Si tratta principalmente di stranieri residenti in ogni parte del mondo che cercano determinate tipologie di auto per vacanza o viaggi di business, tanto che noi gliele portiamo operativamente in Italia e nel Sud Europa (Svizzera, Montecarlo, Cannes, Ginevra, ma siamo arrivati in determinati periodi di punta anche a Ibiza, per esempio): in Italia le zone più gettonate sono Porto Cervo e la Toscana, in particolare Forte dei Marmi e Valle del Chianti. In Emilia Romagna c’è invece meno mercato di questo genere, perché noi siamo troppo economici e specialmente il turista russo è uno che dice “voglio spendere molto, perché altrimenti significa che quello che prendo non è molto buono”».

In questi dieci anni avvertite un cambio di tipologia di clienti stranieri?

«Il russo rimane una costante, come l’americano direi, ultimamente c’è stata invece grande crescita di arabi, cinesi e indiani. Proprio per questo, al di là del semplice noleggio, il nostro lavoro è fatto di rapporti con hotel di lusso (un indiano ha preso ad esempio tre chalet per Natale a Cortina d’Ampezzo da un operatore con cui lavoriamo), intermediatori di affitti di ville prestigiose o yacht, agenzie e tour operator italiani e stranieri. Poi dipende molto dai periodi e dalle stagioni: quest’anno ad esempio c’è stato un boom di arrivi di gente facoltosa in Italia anche perché il terrorismo qui per fortuna non ha colpito».

Oltre alle auto, soddisfate altre richieste?

«Avendo una clientela molto esigente, è normale ci vengano chiesti servizi ulteriori e negli anni abbiamo aperto delle partnership ulteriori: oggi siamo quindi in grado di fornire sia elicotteri che yacht di alto livello».

In Riviera e in Emilia Romagna cosa vi chiedono invece?

«Il noleggio auto di lusso per i matrimoni (anche se al sud va molto di più, anche dalle nostre parti è un prodotto richiesto) e il noleggio a lungo termine è in fortissima crescita. Sempre come business locale, molti utilizzano le nostre auto di lusso a fini promozionali, chi per fare shooting fotografici al proprio prodotto, chi come vero e proprio strumento pubblicitario: una Lamborghini che gira per la città brandizzata con il proprio logo è piuttosto osservata… Questa estate a Rimini ho partecipato ad esempio personalmente alle registrazioni di ‘Mtv Supershow’ fornendo la nuova Lamborghini Huracan LP610-4 con cui è arrivata Elettra Lamborghini per le riprese. E un’altra Lamborghini l’abbiamo fornita per la sfilata di moda dello stilista Philip Plain a giugno 2017 finita su tutti i Tg. C’è poi chi organizza dei test drive e ne fa omaggio ai propri clienti o chi regala gli emozionanti Gt Tour in Supercar ed eventi in pista: per un’azienda importante li abbiamo abbinati entrambi proprio qui in Emilia Romagna a 20 dirigenti, hanno guidato Ferrari all’autodromo di Misano».

Le richieste più particolari che vi siete sentiti rivolgere?

«Un ragazzo di Milano ha preso a noleggio la Lamborghini Huracan per un intero week end, il sabato l’ha sfoggiata per tutta la riviera, è andato prima a cena, poi ha fatto serata in una nota discoteca di Riccione parcheggiadola proprio di fronte all’ingresso. Sapendo già che avrebbe bevuto, ci ha chiesto da subito di organizzargli il rientro in hotel con noleggio con autista e il recupero dell’auto dalla discoteca fin sotto il suo hotel per averla pronta da utilizzare al risveglio: è un’opzione che da allora abbiamo inserito nel nostro “menù”. Con il satellitare in dotazione su ogni auto c’è anche capitato di notare ad esempio che un cliente che aveva preso una Porsche e l’ha tenuta un mese di altissima stagione a Porto Cervo e ci avrà fatto in tutto meno di 500 chilometri, abbiamo poi capito che oltre all’auto di lusso aveva affittato anche una villa ed uno yacht stratosferico».

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c