NUOTO

Assoluti in vasca corta: un Sabbioni da record illumina la prima giornata

Il "padrone di casa" diventa il primo uomo italiano a scendere sotto la soglia dei 50 secondi nei 100 dorso nuotando in 49"96": «Sì, sono davvero tornato»

02/12/2017 - 12:40

Assoluti in vasca corta: un Sabbioni da record illumina la prima giornata

RICCIONE. Simone Sabbioni torna Re di Riccione nella giornata perfetta per la Romagna del nuoto che porta a casa quattro ori e due bronzi nella prima giornata dei campionati italiani in vasca corta.

Da record
Sabbioni si prende la copertina diventando il primo uomo italiano a scendere sotto la soglia dei 50” nei 100 dorso. Dopo un anno e mezzo di sofferenze, problemi fisici e grandi cambiamenti, grida forte «Sono tornato!» e sale sul gradino più alto del podio della gara che predilige. Il Sabbioni visto ieri è un nuotatore rigenerato, in grado di lottare per una medaglia agli Europei di Copenhagen. Grande distribuzione dello sforzo e seconda parte da incorniciare fino al 49”96, record italiano che segue quello ottenuto ad aprile 2016 sempre in questa piscina ma nella vasca da 50 metri che gli valse la qualificazione a Rio. «Sono contento ma per me questo risultato non è una sorpresa - dichiara - so quanto valgo, lo sapevo anche quando stavo male e non riuscivo a nuotare. A giugno è cambiato tutto, ho staccato la spina e ho fatto altre esperienze come il surf, poi mi sono messo a lavorare a testa bassa nel nuovo ambiente da settembre e ora mi sento bene. Sono tornato».

Bravo Scozzoli
La mattinata riccionese è quasi tutta romagnola, con Fabio Scozzoli che stravince il duello con il giovane Nicolò Martinenghi nei 50 rana, chiudendo con un ottimo 26”33 che gli frutta l'oro quasi per dispersione. «Non ho preparato nello specifico questa manifestazione perché ero già qualificato per Copenhagen - dichiara il bronzo mondiale di Windsor - sto meglio rispetto allo scorso anno e so che posso migliorare ancora tanto. Vediamo nei 100, dove sarà più dura, ma sono già contento. A Copenhagen con Peaty si lotta per il secondo posto, già salire sul podio sarebbe straordinario».
Scozzoli non si accontenta e nel pomeriggio sale sul podio anche nei 100 misti con 53”06 che è sotto al limite imposto dalla Federazione per la qualificazione europea: altra conferma della grande condizione del forlivese.

Bianchi e Polieri
Oro e buon crono anche per Ilaria Bianchi che respinge l'assalto di una Di Liddo in gran forma vincendo i 100 farfalla in 56”94, crono soddisfacente per questo palcoscenico ma che non garantirà risultati di spicco a Copenhagen dove serviranno almeno sette, otto decimi in meno per puntare al podio, obiettivo dichiarato della castellana. Nella stessa gara la sorpresa porta la firma di Alessia Polieri. L'imolese, reduce da un periodo difficile per via di qualche problema fisico, piazza un ottimo 59”13 nella terzultima serie che gli frutta un inatteso terzo posto finale nei 100 farfalla. Risultato che lascia ben sperare in vista dei 200 farfalla di oggi pomeriggio: il limite per Copenhagen è 2'05”7 e questa Polieri, in grande crescita può centrarlo.

L'oro e il tempo limite per l'Europeo se lo prende anche Martina Carraro, romagnola acquisita. La portacolori delle Fiamme Azzurre che vive a Imola, si aggiudica i 100 rana in 1'05”73 (era già qualificata nei 50) battendo nettamente Arianna Castiglioni.

Gli altri romagnoli
400 sl uomini: Lombini (De Akker) 7. (3'46”47). 50 dorso donne: Zofkova (Imolanuoto)13. (28”02), Babini (De Akker) 16. (28”44). 50 farfalla uomini: Scozzoli (Imolanuoto) 7. (23”59), Ricci (Imolanuoto) 12. (23”89), Zironi (Rhyfel) 23. (24”14), Sperandio (Imolanuoto) 26. (24”20). 100 rana donne: Alessia Ferraguti (Imolanuoto ) 12. (1'09”01), Mazzoni (Comunale Riccione) 21. (1'10”06), Spadazzi (NC Azzurra) 25. (1'10”65). 400 misti uomini: Minichini (Imolanuoto) 23. (4'22”28). 100 farfalla donne: Arfellini (Rinascita) 31. (1'02”58). 4x50 sl uomini: Imolanuoto (Scalini, Tubertini, Sperandio, Todesco) 10. (1'29”65). 200 rana uomini: Mosca (Imolanuoto) 29. (2'19”54), 50 sl donne: Bianchi 11. (25”31), Ferraguti 25. (25”86), Frisoni (Comunale Riccione) 45. (26”79). 100 misti uomini: Zironi 27. (56”41), 200 misti donne: Polieri (Imolanuoto) 10. (2'14”38), 100 sl uomini: Scalini 20. (49”18), Sperandio 24. (49”32), Tubertini (Imolanuoto) 44. (50”42).

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c