Mercoledì 23 Agosto 2017 | 23:24

Più letti oggi

caos a Riccione

Passi carrai: sospeso il pagamento dei canoni

La sindaca Tosi: "Non verranno applicate sanzioni. Ricalcoleremo gli importi per fare pagare a ognuno solo il dovuto"

Passi carrai: sospeso il pagamento dei canoni

Un passo carrabile

RICCIONE. Sospeso il pagamento del canone dei passi carrai. A due giorni dalla scadenza dei bollettini fissata per il 30 giugno, la sindaca Renata Tosi ha deciso di sospendere tutto dopo che a tanti riccionesi erano arrivati importi da pagare elevatissimi. “Invieremo ai riccionesi una nuova comunicazione dopo accurati controlli e ricalcolo delle singole posizioni previsti dalla prossima settimana”, ha scritto la sindaca in una nota. 

"Si informa che il termine previsto per il 30 giugno per il pagamento della tassa sui passi carrai verrà sospeso con atto del Sindaco in corso di adozione. A breve verrà rinviata ai cittadini una nuova comunicazione, dopo aver quindi sospeso ed effettuato, a partire dalla prossima settimana, tutti i controlli necessari relativi al ricalcolo sulle singole posizioni che presentino incongruenze o errori materiali nell'applicazione delle tariffe o nel calcolo delle superfici relative al pagamento della Cosap per l’annualità 2017. Pertanto non verranno applicate sanzioni o interessi per i pagamenti effettuati successivamente a tale data".

Alla sede della Geat tante persone anche questa mattina erano in fila per protestare, sconcertante da aumenti esorbitanti. "Abbiamo intenzione di avviare un accertamento accurato e meticoloso - afferma la sindaca Tosi – per appurare ogni singola discrepanza ed evitare i disagi ai quali sono sottoposti in questi giorni i cittadini. Dopo il percorso, per noi obbligato e doveroso, di avviamento di un censimento e una rimodulazione tariffaria per poi procedere ad un riordino complessivo dei passi carrabili esistenti e fermare l’accumulo di più annualità della Cosap, vogliamo fare chiarezza sugli importi di pagamento dei canoni per i passi carrai.Si tratta di un passo che ritengo indispensabile e sul quale manterremo alta l’attenzione per evitare esborsi, a carico dei riccionesi, ritenuti errati”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000