Giovedì 08 Dicembre 2016 | 16:57

PIEVESESTINA

Autisti rapinati con la pistola

Banda di "pataccari" ha cambiato genere di colpo

Autisti rapinati con la pistola

CESENA. L’auto che ha agito è stata più volte segnalata nel riminese. Su di essa viaggiano persone dedite normalmente a rifilare “patacche” a turisti ed acquirenti poco cauti. Tracce del tentativo di rifilare un “pacchetto vuoto” ne sono state trovate anche in questo caso. Ma questa volta i “pataccari” hanno agito con più violenza, almeno stando al racconto delle vittime. Hanno sfoderato una pistola ed hanno costretto l’autista di un Tir a consegnare loro 700 euro in contanti.

E’ successo in via Del Commercio, zona Pievesestina, attorno alle 12.30.

Un’Audi di colore Blu ha avvicinato il tir di due autisti marocchini. Uno riposava nella cuccetta all’interno del camion. L’altro è sceso quando ha visto avvicinarsi una persona.

«Mi ha chiesto se ero un autista moldavo - ha spiegato l’autista derubato alla polizia poi subito intervenuta sul posto - Poi ha tirato fuori una pistola e mi ha costretto a dargli i soldi che avevo addosso». Circa 700 euro, ha spiegato l’autista in un francese impaurito.

Il suo collega che riposava nella cuccetta del Tir (i due dovevano caricare frutta e verdura e ripartire per l’Olanda) ha fatto in tempo ad intuire l’accaduto ed a scattare una foto alla vettura in fuga. Un’Audi blu la cui targa è già finita in passato all’attenzione delle forze dell’ordine. Ad usarla sembra siano un gruppo di “pataccari”. A conferma della questione, tra l’altro, a poca distanza dal Tir è stata trovata la scatola di un Pc che sembrava preparata proprio per rifilare una stangata. Evidentemente i ladri, in questo caso, hanno preferito agire con più violenza e trasformarsi in banditi senza tentare il raggiro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000