Giovedì 29 Settembre 2016 | 03:36

TRAGEDIA IN STRADA

In moto contro il pullman della gita: ragazzo di 35 anni muore sul colpo

Le insegnanti hanno cercato in tutti i modi di evitare ai ragazzini di una scuola media della provincia di Bologna di vedere quel che era accaduto

In moto contro il pullman della gita: ragazzo di 35 anni muore sul colpo

RIMINI. Uno scontro violento che non gli ha lasciato scampo: Francesco Alessandrini, 35enne di Sant’Agata Feltria, ha perso la vita schiantandosi con la sua moto contro un pullman turistico. L’incidente è accaduto ieri mattina intorno alle 9.30. Poco prima alcuni amici lo avevano visto al bar nella piazza di Sant’Agata. Poi, salito in sella alla sua moto, Alessandrini è partito in direzione Sarsina, percorrendo la Provinciale 28, una strada stretta e piena di tornanti che il 35enne aveva percorso tantissime volte. E forse proprio la disinvoltura di chi conosce bene il tragitto l’ha tradito. A un certo punto si è trovato di fronte il pullman e l’impatto frontale è stato inevitabile. L’improvviso ostacolo gli ha impedito di controllare la motocicletta. Inutili i soccorsi dell’ambulanza e dell’elicottero del 118. I medici, una volta sul posto, non hanno potuto che constatarne il decesso. Alessandrini lavorava come operaio e aveva un figlio di sei anni.

In pochi minuti, la notizia ha fatto il giro di Sant’Agata dove l’uomo era nato e cresciuto, destando profonda commozione tra i suoi concittadini. Per ricostruire la dinamica esatta dell’incidente sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Novafeltria e non sarebbero emerse responsabilità da parte dell’autista del pullman che è stato sottoposto a tutti gli accertamenti del caso tra cui l’alcol test. Il mezzo stava trasportando gli studenti di una scuola media della provincia di Bologna proprio a Sant’Agata Feltria, dove avrebbero visitato la Rocca delle fiabe e il piccolo borgo dell’Alta Valmarecchia. Le cinque maestre e i carabinieri intervenuti per i rilievi hanno fatto tutto il possibile affinché i ragazzini, comprensibilmente choccati, non vedessero il corpo ormai privo di vita del 35enne. Un secondo pullman li ha poi recuperati per portarli a casa. La scena che si sono trovati di fronte i soccorritori è stata agghiacciante, anche a giudicare dallo stato in cui si trovava la parte frontale del mezzo pesante. Anche la moto è andata praticamente distrutta e il corpo del motociclista è stato scaraventato ad alcuni metri di distanza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000