Sabato 10 Dicembre 2016 | 02:03

INCIDENTE

Vola da una cascata di ghiaccio: è grave

Ricoverato in prognosi riservata ad Aosta un alpinista riminese di 35 anni

Vola da una cascata di ghiaccio: è grave

Foto di repertorio

RIMINI. Un trentacinquenne alpinista riminese è rimasto seriamente ferito in un incidente di montagna accaduto ieri in Valle d’Aosta in una frazione chiamata Lillaz, nel comune di Cogne. Il “ghiacciatore” romagnolo è caduto per oltre venti metri da una cascata sopra al lago di Loie (a 2.346 metri di altitudine rispetto al livello del mare), lungo una parete di ghiaccio, ed è stato recuperato in fondo alla cascata dell’elisoccorso in stato di incoscienza. Nonostante le opportune protezioni ha riportato fratture in varie parti del corpo. «I traumi più evidenti - ha spiegato un operatore dell’elisoccorso riguardavano in particolare gli arti inferiori». Trasportato d’urgenza all’ospedale “Parini” di Aosta, ha fortunatamente ripreso conoscenza. Sono in corso altri e più approfonditi esami diagnostici per accertare eventuali altre conseguenze del violento impatto sul terreno. I medici sono moderatamente ottimisti. La prognosi resta riservata e il ferito rimane sotto osservazione, ma non è in pericolo di vita. Sarà nelle prossime ore il suo compagno di cordata, che ha dato l’allarme, ad aiutare i carabinieri a ricostruire la dinamica dell’incidente.
Ieri pomeriggio, stando ai bollettini meteo e al parere delle guide locali, le temperature erano troppo elevate per scalare le montagne in sicurezza, ma a tradire l’alpinista riminese, particolarmente esperto, potrebbe essere stato il cedimento di un chiodo o un errore di valutazione proprio o dell’amico. Le conseguenze del “volo” sarebbero potuto essere tragiche. Non è la prima volta, infatti, che la splendida cornice della cascata di ghiaccio di Lillaz (Cogne), meta di appassionati “ghiacciatori” provenienti da mezza Europa è teatro di gravissimi incidenti, anche mortali. La sezione riminese del Club alpino, fino a ieri, non aveva avuto notizie dirette, né dall’associazione è stato quindi possibile avere conferma della circostanza che il ferito possa essere uno degli iscritti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000