Domenica 11 Dicembre 2016 | 05:02

Più letti oggi

MOTOGP

Tavullia invasa dalla marea gialla

Attese almeno 5mila persone. Navette in partenza da Cattolica e Pesaro

Tavullia invasa dalla marea gialla

TAVULLIA. «Non succede, ma se succede… comunque vada sarà una giornata da ricordare». L’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini cerca di essere scaramantico. Ma anche lui come tutto il popolo giallo spera che il Dottore faccia il miracolo, l’impresa, usando i termini più gettonati. Corsini oggi sarà a Tavullia. Ha accettato l’invito del sindaco Francesca Paolucci. «E non poteva essere altrimenti, Tavullia è al confine, per l’Emilia Romagna è come se fosse una terra nostra. E tutti noi in Regione facciamo il tifo per Valentino». La Paolucci ha richiamato tutto il corpo istituzionale della Romagna e delle Marche, sconsigliando però ai sindaci di indossare le fasce tricolore. Non mancherà sicuramente Mimma Spinelli, il primo cittadino di Coriano che per l’occasione terrà aperto anche il museo dedicato a Marco Simoncelli. E ancora è annunciato il sindaco di Rimini Andrea Gnassi. Tavullia, un piccolo paese di 8mila abitanti, che negli ultimi giorni è diventato il centro d’Italia. Quante persone oggi raggiungeranno la patria di Vale nessuno lo sa dire con precisione. Nemmeno il sindaco si sbilancia: «Più di tanti non possiamo ospitare nella piazza centrale». Il cuore tavulliese potrà contenere fino a 5mila anime, ma pare che il popolo giallo pronto ad invadere Tavullia sia ancora più numeroso. Ci sarà un maxischermo di 50 metri quadrati in piazza Dante Alighieri. Ma in via San Lorenzo Martire è stato piazzato anche un secondo schermo, più piccolo, di 12 metri quadrati, utile per «diluire le persone rispetto alla piazza centrale». Partenza della Moto Gp di Valencia alle 14. Ma i due schermi saranno accesi già da diverse ore prima, così da arrivare al momento clou gustandosi la Moto 2 e la Moto3. «Abbiamo anche altri piloti in pista, Franco Morbidelli, Fenati, Antonelli, Bagnaia, ed è giusto dare spazio a tutti», dice la Paolucci. Lei è diventata il sindaco più ricercato d’Italia negli ultimi giorni. Tifosa di Valentino da molto tempo prima di guidare il Comune, è stata intervistata da mezzo mondo. Le televisioni, nazionali ed internazionali, con i loro camioncini sono spuntate sempre di più con il passare delle ore sotto le mura della piazza. La macchina logistica per organizzare parcheggi, viabilità e sicurezza, è stata messa a punto al dettaglio in lunghe riunioni in Comune. Saranno dispiegati in tutta Tavullia, vigili urbani, volontari della Protezione Civile, sanitari della Croce Rossa. Sulla pagina Facebook del Municipio, letteralmente presa d’assalto con 20 mila contatti al giorno, è stata anche pubblicata una cartina per raggiungere le aree di sosta e gli altri punti di interesse. Compresa la zona con gli stand gastronomici vicino ai maxischermi. La marcia della marea gialla comincerà alle prime luci dell’alba. Ci saranno navette con partenze dalle 8, che da Cattolica e da Pesaro, porteranno i tifosi a Tavullia. C’è chi ha scelto di alloggiare negli alberghi aperti di Cattolica, Gabicce, Pesaro, chi è arrivato in camper, e sono spuntati nelle aree attrezzate già da venerdì. Chi si muoverà questa mattina in moto, in auto. E pullman: ne sono attesi dalla Germania, Francia, Belgio, oltre a svariate parti dello Stivale. Per chi non sarà nel paese natale del Dottore, le alternative non mancheranno. C’è stata una gara nell’allestire i maxi-schermo in piazza. Si sono inserti nella lista Pesaro, Cartoceto, Urbino, Matelica. Se in migliaia stanno per raggiungere Tavullia, 36 fortunati del Fan Club invece hanno fatto il percorso inverso, partendo proprio da Tavullia, in direzione circuito Ricardo Tormo. E già là da qualche giorno il papà di Valentino , Graziano, che ha raggiunto Valencia con un pulmino insieme ad altri amici. E la mamma Stefania. Vale partirà dall’ultima fila. Il Tas non ha accettato il ricorso. Ma l’umore del popolo giallo non è stato scalfito. Il miracolo, l’impresa, tutti ancora ci credono. E come ha detto l’assessore Corsini «Non succede, ma se succede…».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000