Martedì 27 Settembre 2016 | 03:53

SANGUE SULLE STRADE

Travolto in bicicletta, muore a 19 anni

La donna che l'ha investito portata in ospedale sotto choc. L'impatto all'incrocio tra via Bisanzio e via Sant'Alberto

Travolto in bicicletta, muore a 19 anni

La bici del ragazzo

RAVENNA. Un automobilista alla guida di un’Audi che si trovava qualche metro più indietro rispetto al Fiat Doblò che lo precedeva, ha visto il ragazzo in bici volare letteralmente in aria e ricadere senza vita sull’asfalto. Un impatto che non ha lasciato scampo a Rosario Artiaco, 19enne originario di Napoli e residente a Savarna, morto nella serata di ieri all’incrocio tra via Bisanzio e via Sant’Alberto, alle porte della città. Sotto choc anche la conducente del furgoncino, una 40enne portata in ambulanza all’ospedale.

Sulla dinamica della sciagura, avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri, sono in corso accertamenti da parte della Polizia municipale; sul posto anche una pattuglia della Polizia per la viabilità.

Stando ad una prima ricostruzione dell’accaduto, sembra che il ragazzo - che si trovava in sella ad una comune bici da città - stesse provenendo dalla laterale e si fosse immesso verso sinistra in direzione dei “Tre Ponti”, strada da tempo in pratica a senso unico per via dei lavori di ricostruzione del manufatto in prossimità della rotatoria con la Romea dir. In quel momento lungo il rettilineo in direzione del centro che in quel tratto prende il nome di via Bisanzio stava transitando il Doblò condotto dalla donna che ha investito il giovane. Un impatto violentissimo come mostrano i segni sulla carrozzeria e sul parabrezza della vettura, andato letteralmente in frantumi con il ragazzo che è stato sbalzato sull’asfalto; a rendere l’idea della forza dell’urto basta una delle scarpe calzate dal giovane ritrovata a decine di metri di distanza dal punto della collisione. Nonostante l’immediata richiesta di intervento al 118, quando il personale medico è giunto sul posto non ha potuto far altro che constatare il decesso del 19enne, mentre l’automobilista è stata portata all’ospedale in forte stato di agitazione per quanto successo. Per consentire i rilievi e la rimozione della salma la strada è stata chiusa in prossimità dell’incrocio e la zona illuminata con le torce e i lampeggianti per segnalare la presenza dei veicoli incidentati; i mezzi in arrivo dalla Romea dir sono stati instradati attraverso via Sant’Alberto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000