Domenica 25 Settembre 2016 | 07:26

Più letti oggi

MISANO

Con la moto contro la rotonda idraulico muore sul colpo

Gianvincenzo Sabatini, 52 anni, era titolare della Sa.Gi. e viaggiava in sella a un'Aprilia 750. Una frenata disperata non ha impedito l'impatto che non gli ha lasciato scampo

Con la moto contro la rotonda idraulico muore sul colpo

La moto dopo l'incidente

MISANO. Schianto mortale in moto nella notte: un uomo di 52 anni, Gianvincenzo Sabatini, ha perso la vita andando a sbattere contro la rotatoria all’incrocio tra le vie Liguria e Romagna, nella zona a mare di Misano Adriatico.

L’incidente è accaduto quando l’una era passata da 15 minuti. Il motociclista, come raccontato da un testimone, ha fatto tutto da solo. Poco prima di affrontare la rotonda, il 52enne ha perso il controllo della sua potente Aprilia 750 ed è andato a sbattere, nonostante la frenata disperata, contro la struttura centrale in muratura. La ruota anteriore si è “piantata”: disarcionato è stato scaraventato sull’asfalto dopo un volo di alcuni metri. Ai soccorritori - sul posto sono arrivate ambulanza e automedicalizzata del 118 - le sue condizioni sono apparse subito critiche purtroppo non è rimasto nulla da fare se non constatarne il decesso. Sul posto per i rilievi sono intervenuti i carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Riccione che dovranno ricostruire la dinamica esatta dell’incidente. Per il momento si possono fare solo delle ipotesi, come quella di un malore che può aver colto l’uomo mentre era alla guida, un colpo di sonno o la velocità. L’impatto è stato molto violento. Sull’asfalto, come detto, sono rimasti i segni di una lunga frenata che non è stata sufficiente a evitare la tragedia.

Gianvincenzo Sabatini, riminese, era titolare di una ditta di idraulica, la Idrotermica Sa.Gi con sede a Riccione di via Guido Gozzano, avviata diversi anni fa. Probabilmente la scorsa notte stava facendo rientro a casa, quando è accaduto l’incidente nel quale ha perso la vita. Ancora non è stata fissata la data dei funerali perché occorrerà attendere il nulla osta della procura.

Quello della scorsa notte è stato il secondo incidente mortale che si è verificato sulle strade riminesi questa settimana. Nella notte tra lunedì e martedì è morta a Viserba una donna di 48 anni, travolta da un’auto mentre stava rientrando a casa in sella alla sua bicicletta elettrica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000