Giovedì 29 Settembre 2016 | 13:51

GP TIM SAN MARINO E RIVIERA DI RIMINI

È tutto pronto per la carica dei 100.000

L'obiettivo degli organizzatori è più che mai alla portata

È tutto pronto per la carica dei 100.000

RIMINI. Il Gran Premio Tim San Marino e Riviera di Rimini ha alzato ieri il sipario nel foyer di un teatro, il Galli, che è ancora incompleto, ma che quando sarà ricostruito sarà bellissimo. Un po’ come il Gp che sta prendendo forma e che si sta dirigendo a battere tutti i record e viaggia verso quelle 100.000 presenze che sono l’obiettivo dichiarato degli organizzatori.

San Marino e Gp, feeling ritrovato. Nella sala Ressi del teatro Galli c’erano i sindaci, il Segretario di Stato Teodoro Lonfernini e i piloti Enea Bastianini e Stefano Manzi. Il ministro sammarinese ha così introdotto: «Mai come quest’anno abbiamo lavorato in una logica di sistema che sta portando benefici effetti ai territori interessati. Sono convinto che lavoreremo benissimo sugli eventi e intanto registro la soddisfazione molto alta da parte dei soggetti interessati, tutti hanno avuto un momento da protagonisti». Pare dunque ritrovato il feeling con il Titano, dopo che nei mesi scorsi da parte sammarinese si era espressa più di una perplessità sul ritorno, economico e d’immagine, che il Gran Premio riversa effettivamente sull’Antica Repubblica.

Misano al lavoro a 360 gradi. Sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco di Misano, Stefano Giannini: «Ci aspetta un’edizione record, tutti i comuni interessati diventeranno importanti, sono in programma una serie di eventi spettacolari». Giannini, affiancato dal vice sindaco Fabrizio Piccioni, ha annunciato modifiche migliorative al piano della viabilità. Poi Umberto Trevi, vicepresidente dell’Autodromo Santamonica: «Mi preme parlare di futuro in un momento complesso, perché il futuro va costruito. Noi sosteniamo da sempre che il cambiamento non va subìto, va gestito. Per questo abbiamo cercato di dare le risposte giuste, abbiamo fatto investimenti, la pista è stata migliorata, così come i servizi accessori e l’installazione di apparecchiature mediche di livello mondiale. Noi siamo orientati a proseguire questa esperienza nel solco dell’estrema internazionalizzazione sotto il profilo della tecnologia e del livello organizzativo. Vorremmo un collegamento con Dorna, da parte nostra c’è la massima determinazione». L’obiettivo? Rinnovare l’accordo in scadenza nel 2016 fino al 2020: trattativa ben avviata. Il collegamento con Dorna c’è poi stato, perché, con una telefonata in diretta, è intervenuto il dg Xavier Alonso: «Siamo molto felici di tornare in riva all’Adriatico in un momento spettacolare per la MotoGp. Siamo sicuri che sarà una gara eccellente, con risultati molto importanti per la Riviera di Rimini e San Marino. Siamo tutti molto contenti di arrivare in un territorio così bello, stiamo lavorando bene insieme e desideriamo continuare il rapporto con Misano».

Obiettivo 100.000. Il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, ha collegato il Gran Premio con le altre eccellenze del territorio, citando l’Amarcord restaurato proiettato al Festival del Cinema di Venezia, la via Emilia e i brand del territorio, Ducati, Ferrari, Lamborghini. «Vogliamo raccontare la meccanica attraverso il teatro (di cui il 21 settembre verrà inaugurato il primo stralcio, ndr) e la cultura del territorio».

Il coordinatore generale Andrea Albani ha detto che «l’obiettivo sono le 100.000 presenze: la prevendita sta andando bene, siamo molto vicini al record, pensiamo di superarlo, ma voglio dire chiaramente che i biglietti ci sono ancora. Per evitare di fare viaggi a vuoto sarebbe meglio comprarli in prevendita». Albani ha sottolineato che sono esaurite le tribune Ducati e Suzuki, ognuna da 1.500 posti, così come quella dei fans di Valentino da 10.000 posti.

I protagonisti. Gran finale con i piloti: «A Misano si vuole sempre strafare e rischi di andare a terra» ha detto Bastianini. «Io ho voluto strafare a Silverstone - ha fatto eco Manzi - e sono caduto due volte. E’ bello essere qui, davanti alla famiglia e agli miei amici. E poi questo è l’unico Gp che propone eventi per una settimana, negli altri si arriva il giovedì e la domenica è tutto finito».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000