Domenica 11 Dicembre 2016 | 05:08

Più letti oggi

RIFUGIO NOTTURNO

Minorenni fuggiti di casa accampati nel parcheggio del Cubo

Minorenni fuggiti di casa accampati nel parcheggio del Cubo

CESENA. Una sorta di rifugio notturno, frequentato anche da ragazzi molto giovani: negli ultimi tempi è stato utilizzato anche così il parcheggio situato al di sotto del 'Cubo', l'edificio dove ha sede il Liceo classico. Nei giorni scorsi - anche su...

CESENA. Una sorta di rifugio notturno, frequentato anche da ragazzi molto giovani: negli ultimi tempi è stato utilizzato anche così il parcheggio situato al di sotto del ‘Cubo’, l’edificio dove ha sede il Liceo classico. Nei giorni scorsi - anche su sollecitazione del dirigente scolastico del ‘Monti’, preoccupato per la situazione - il nucleo di pronto intervento della Polizia Municipale ha effettuato una serie di controlli serali.

In occasione del primo intervento sono state individuati nei pressi della struttura tre persone: un maggiorenne, un ragazzino e una ragazzina con meno di 18 anni. Quest’ultima è risultata essere ospite di una casa di accoglienza da cui è fuggita già diverse volte. Una volta completate le pratiche di rito, la ragazza è stata riaccompagnata nella struttura assistenziale, mentre per il ragazzo è stato possibile il riaffidamento ai familiari.

Analogo epilogo per il secondo controllo. Questa volta gli agenti hanno trovato due ragazzi minorenni che dormivano in uno spazio all’interno del parcheggio trasformato in bivacco e ridotto in condizioni di degrado estremo. Anche in questo caso i ragazzi dopo essere stati identificati sono stati riaffidati alla famiglia.

In entrambi i casi il lavoro della Pm è stato supportato dal Commissariato, in particolare dalla sezione Scientifica.

Una relazione sui due episodi è stata trasmessa alle autorità competenti – primo fra tutti il Tribunale dei Minori di Bologna - e nei prossimi giorni saranno interessati anche i Servizi sociali. Dal Comando della Polizia Municipale, infatti, sottolineano che il fenomeno è in crescita e sono sempre di più i minorenni - soprattutto di origine straniera - che vivono soli in condizioni di grande disagio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000