Martedì 27 Settembre 2016 | 02:11

LUTTO

E' morto Pier Antonio Nannini

Il presidente della Fiera stroncato da un infarto ieri pomeriggio

E' morto Pier Antonio Nannini

Pier Antonio Nannini

.

FORLÌ. Città sotto choc per la morte improvvisa del presidente della Fiera di Forlì Pier Antonio Nannini, che ieri nel tardo pomeriggio è stato stroncato da un infarto. Nato l’8 aprile del 1946, originario di Brisighella, Nannini era diventato presidente della Fiera di Forlì nel maggio del 2013 dopo aver ricoperto per anni il ruolo di vice presidente.

«Abbiamo inaugurato insieme la Fiera degli animali stamattina (ieri, ndr) - afferma il direttore generale di Romagna Fiere Gilberto Tedaldi - è incredibile. Ci siamo salutati verso mezzogiorno dicendoci che ci saremo visti domattina (oggi, ndr) per le premiazioni della rassegna degli animali. Non so cosa dire, sono incredulo. Per me era anche un amico. Ci conoscevamo da vent’anni, abbiamo lavorato molto insieme. Nannini era già a Forlì quando io sono arrivato nel ’94, aveva sempre lavorato per le fiere, prima di Forlì eravamo insieme a Verona. Le fiere erano la sua vita, ha sempre fatto quel mestiere e lo faceva bene. Era la nostra mente storica, un gran lavoratore, sempre in prima linea e sempre pronto ad organizzare tutto. Ieri non ha mostrato segni di sofferenza, era normale come tutti gli altri giorni. Abbiamo inaugurato la Fiera degli animali con il deputato Marco di Maio e l’assessore Sara Samorì, non riesco davvero a crederci».

Pier Antonio Nannini ha lasciato Forlì verso le 12.30, si è sentito male ieri nel tardo pomeriggio a Lugo, quindi il trasporto all’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna, dove è morto poco dopo. Nannini lascia la moglie, due figli (un maschio e una femmina) e quattro nipoti.

La notizia ieri sera ha fatto in breve il giro della città, lasciando tutti sgomenti. Appena appreso dell’improvvisa scomparsa di Nannini il sindaco Davide Drei ha espresso il grande dolore e la costernazione suoi e a nome dell’intera Amministrazione comunale per il gravissimo lutto che ha colpito la sua famiglia e l’intera città. «In questo momento di dolore è importante sottolineare la dedizione, la serietà, la correttezza e l’impegno che hanno contraddistinto l’attività di Pier Antonio Nannini, qualità professionali ed umane apprezzate da tutti coloro che lo hanno conosciuto e hanno lavorato insieme a lui. La sua morte - prosegue Drei - priva l’Ente fieristico e il tessuto imprenditoriale romagnolo di una figura dinamica e determinata, capace di portare avanti progetti solidi, innovativi e orientati al futuro». Il sindaco Davide Drei, facendosi interprete dei sentimenti dell’intera Giunta e del Consiglio comunale, si stringe ai familiari, ai colleghi e agli amici, testimoniando la stima e l’affetto della città di Forlì.

Costernato anche il consigliere d’Amministrazione Guido Sassi: «Ci sentivamo quotidianamente per lavoro, non aveva mai mostrato problemi di salute, non ci sono parole».

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000