Domenica 25 Settembre 2016 | 17:40

IERI SERA

Travolta e uccisa dal bus

Travolta e uccisa dal bus

FORLÌ. Tragedia sotto gli occhi di decine di persone ieri sera attorno alle 20.30 in piazzale della Vittoria quando un autobus ha travolto e ucciso la 65enne Marta Matteucci, residente a Castrocaro e moglie del presidente della Pro loco Elio Caruso, mentre attraversava la strada.

Sul posto sono intervenuti immediatamente i Carabinieri e i mezzi del 118. Le condizioni della donna sono apparse subito disperate, nel violento impatto è rovinata a terra diversi metri più avanti e dopo il colpo subìto ha perso molto sangue. La dinamica è in corso di accertamento da parte degli uomini dell’Arma, ma pare che Marta Matteucci abbia attraversato la strada improvvisamente davanti alla pizzeria del Corso. Secondo una prima ricostruzione sembra che la donna corresse velocemente mentre alla sua sinistra stava arrivando l’autobus da viale Matteotti. L’autista del mezzo pubblico non è riuscita ad evitarla e nonostante abbia cercato di arrestare subito l’autobus ha urtato con violenza la 65enne sbalzandola diversi metri più avanti. Il personale del 118 ha cercato di stabilizzarla ma le sue condizioni erano troppo gravi, inutili i tentativi di rianimarla. L’ambulanza è partita a gran velocità in direzione dell’ospedale ma Marta Matteucci non ce l’ha fatta.

La notizia della tragedia è giunta in breve anche a Castrocaro dove la donna era molto conosciuta. Marta Matteucci, infatti, era la moglie di Elio Caruso, presidente della Pro loco , della quale anche lei faceva parte come consigliere. Prima di andare in pensione aveva insegnato alla scuola elementare “De Amicis” a Forlì ed era nota per il suo impegno costante nella vita culturale della cittadina termale.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000