Domenica 04 Dicembre 2016 | 07:00

TRAGEDIA ALL'ALBA

Si schianta contro l'albero in mezzo alla strada e muore

Si schianta contro l'albero in mezzo alla strada e muore

La vittima Islam Md Amirul

FORLÌ. Stavano andando a lavorare, ma sulla loro strada hanno trovato un albero caduto nella notte. Ostacolo insormontabile per la loro auto che si è schiantata contro il pioppo cipressino. Il bilancio è tragico. Un morto e 4 feriti gravi, ricoverati in prognosi riservata.

I coinvolti. La vittima è un cittadino del Bangladesh di 33 anni, Islam Md Amirul; i feriti sono tutti suoi connazionali. Non erano ancora le 6 di ieri mattina quando il gruppetto stava recandosi a lavorare nei campi come braccianti. La loro meta finale era San Tomè, dove dovevano raccogliere delle pesche. Ma in quel campo non sono mai arrivati. La loro corsa si è arrestata in via Rio Bolzanino, a Villanova. Erano partiti dalla loro residenza in via Castel Leone. Lì erano domiciliati, anche se le residenze del gruppo erano sparse in tutta Italia. Vivevano tutti insieme, così come insieme lavoravano. In regola col permesso di soggiorno. A giornata, chiamati quando c’era lavoro. Come ieri, a San Tomè. Al volante della Fiat Punto con i 5 a bordo c'era un 47enne, colui che aveva il compito di fare da autista. Gli altri occupanti erano la vittima, di 33 anni, e altri tre lavoratori agricoli di 37, 42 e 39 anni.

Lo schianto. All’altezza del civico 14 di via Rio Bolzanino la loro Fiat Punto si è trovata la carreggiata ostruita da un pioppo cipressino che era caduto probabilmente nel corso della notte da un terreno privato adiacente alla carreggiata. Un grosso albero che ha occupato l'intera sede stradale, non lasciando scampo al conducente che, forse penalizzato anche dalla semi oscurità, lo ha centrato in pieno. Un urto molto violento, tanto che la pianta è stata spostata di 90 gradi, verso il fossato. Sul colpo ha perso la vita il 33enne Islam Md Amirul, che sedeva al fianco del 47enne al volante. Il quale pare, nonostante le ferite, abbia dato l’allarme. L’alba forlivese è stata segnata dalle sirene delle ambulanze che sono giunte sul posto insieme alla pattuglia del Nucleo radiomobile dei Carabinieri di Forlì, intervenuti per i rilievi di legge. Per Islam Md Amirul non c’era più nulla da fare, mentre gli alti quattro feriti sono stati caricati in gravi condizioni agli ospedali di Faenza e Cesena per le cure del caso. Una volta intuita la dinamica dell'incidente è stato avvertito anche il magistrato di turno, il sostituto procuratore Marilù Gattelli. Insieme ai carabinieri si dovranno valutare le cause della caduta dell'albero (nella notte a volte c'era forte vento), la sua manutenzione e le per ora solo eventuali responsabilità del proprietario del terreno dove era sistemato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000