Sabato 03 Dicembre 2016 | 10:39

VIA GRAMSCI

Violenta rapina in una sala giochi

Cassiera chiusa nel bagno, coppia di malviventi fugge con un bottino di 4mila euro

Violenta rapina in una sala giochi

FORLÌ. Cassiera aggredita da due banditi che le hanno coperto gli occhi con il nastro adesivo e dei giornali, spinta, pare sotto la minaccia un coltello, nel bagno e lasciata lì mentre i malviventi scappavano con il bottino. Violenta rapina ieri mattina alle 11.30 alla sala slot machine e videolottery “Terrybell” di via Gramsci, 40.

 

Due uomini con il volto travisato forse con un cappellino, forse un indumento, sono entrati nel locale mentre all’interno c’era solo la cassiera. Con fare molto deciso le hanno intimato di abbassare la testa, le hanno coperto lo sguardo con dei fogli di giornali attaccati con il nastro adesivo, poi l’hanno portata con forza verso il bagno dove le hanno intimato di non uscire fino a quando non se ne fossero andati. Non c’è stato bisogno neanche di chiudere a chiave visto che il loro fare violento ha gettato nel comprensibile sconforto la donna. In pochissimi secondi i due banditi hanno prelevato i soldi a disposizione, oltre a quelli della signora sequestrata, per un valore che si aggirerebbe intorno ai 4mila euro, oltre al server della videosorveglianza. Poi sono fuggiti, senza che nessuno si accorgesse di niente. Dopo alcuni minuti la donna si è liberata avvertendo il 113. Sul posto sono intervenute le Volanti della Polizia e la Squadra Mobile. Pochi gli elementi che la sequestrata ha potuto fornire. Parlata forse dell’est Europa, nessuna descrizione fisica certa, nessun veicolo di fuga. Le indagini della Squadra Mobile ora si concentrano sulle telecamere della zona che avrebbero potuto riprendere qualche movimento sospetto. La coppia di rapinatori potrebbe aver usato un coltello comunque mai visto dalla rapinata.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000