Giovedì 29 Settembre 2016 | 20:41

BERTINORO

Cede una tettoia, grave operaio

L'infortunio ieri mattina in un cantiere sulla via Emilia

 Cede una tettoia, grave operaio

BERTINORO. E’ precipitato da 5 metri di altezza e ora rischia la vita all’ospedale “Bufalini” di Cesena. Un operaio albanese di 46 anni è rimasto gravemente ferito ieri mattina in un cantiere alla Panighina, al civico 356 della via Emilia.

L’uomo era impegnato in lavori di ristrutturazione di un immobile quando, per rimuovere un telone caduto, a quanto pare, è salito su una tettoia in plastica sul retro dell’abitazione. Per cause ancora al vaglio dei Carabinieri di Bertinoro e della Medicina del lavoro, di Forlì, intervenuti sul luogo dopo l’allarme, la tettoia ha ceduto sotto i suoi piedi, facendo precipitare nel vuoto da un’altezza di circa 5 metri. L’incidente si è verificato intorno alle 11.15 di ieri mattina alla Panighina di Bertinoro, in un cantiere al civico 356. Immediato è scattato l’allarme. Sul posto sono intervenute le ambulanze di Romagna Soccorso, i Carabinieri di Bertinoro e la Medicina del lavoro. Lo sfortunato operaio è stato trasportato all’ospedale “Bufalini” di Cesena con un trauma cranico e un trauma toracico. Ferite giudicate gravi dai sanitari che si sono riservati la prognosi.

Appena 24 ore prima un altro infortunio sul lavoro era avvenuto tra Rocca San Casciano e Portico, in località Tirli, dove un 34enne rumeno era stato colpito alla testa da un tronco mentre stava ammassando del legname che era stato tagliato. Anche in questo caso lo straniero era stato portato all’ospedale “Bufalini” di Cesena dove tuttora si trova ricoverato in prognosi riservata.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000