Domenica 25 Settembre 2016 | 12:34

Più letti oggi

VIOLENZA SESSUALE

Abusi su paziente, condannato psicologo

Quattro anni di carcere comminati dal Gip

Abusi su paziente, condannato psicologo

FORLÌ. Quattro anni di carcere per aver usato violenza su una paziente approfittando della sua dipendenza dalle cure. Lo psicologo forlivese Fabio Magni, 52 anni, è stato condannato dal giudice dell’udienza preliminare Alessandro Trinci per violenza sessuale ai danni di una ragazza 32enne all’epoca dei fatti - risalenti al 2010 - che era in cura da lui perché affetta da alcuni problemi di natura psichica.

Il giudice forlivese ha anche disposto l’interdizione del medico da uffici che abbiano a che fare con la tutela della persona, oltre all’interdizione per 5 anni dai pubblici uffici.

Inoltre risarcimento del danno alla vittima, quantificato in un processo civile, con una provvisionale immediatamente esecutiva di 20mila euro.

Il caso era scoppiato nel 2011 per la denuncia di una ragazza in cura dallo specialista forlivese. Dalle indagini della Squadra Mobile di Forlì, diretta dal dirigente Claudio Cagnini e coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica Marilù Gattelli, erano emerse le costrizioni alle quali la donna era stata costretta nello studio privato dello psicologo.

Per raccogliere indizi e riscontri al racconto della ragazza, gli agenti della Questura di Forlì perquisirono lo studio del professionista, sequestrando anche il computer dell’uomo all’interno del quale vennero trovati dai periti dell’accusa migliaia di file pedo-pornografici, per i quali il medico è indagato e dei quali dovrà dimostrare la provenienza durante il processo istruito a Bologna, tribunale competente per questo tipo di reati. A Forlì, invece, è stato giudicato solo per la violenza sessuale ai danni della paziente, della cui fragilità psicologica il medico ha abusato .

La sentenza ha sancito la condanna a 4 anni di carcere e l’interdizione dalla professione e dagli uffici pubblici. Il giudice Trinci ha ritenuto concreti gli elementi raccolti dall’accusa rappresentata in aula dal pm Marilù Gattelli. Alla difesa ora il compito di fare ricorso contro la sentenza.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000