FORLI'

Piazzetta Sferisterio, il cantiere dovrebbe chiudere a fine ottobre

Hera conta di concludere i lavori di scavo entro la fine del mese poi occorrerà ripulire l’area

05/09/2018 - 11:22

Piazzetta Sferisterio, il cantiere dovrebbe chiudere a fine ottobre

FORLI'. Sembra davvero un’infinità che quel cantiere è lì, in corso, ma in realtà, tolta la pausa legata all’importante ritrovamento archeologico di epoca romana, proseguirebbero secondo i programmi i lavori del cantiere Hera per il teleriscaldamento in Piazzale della Vittoria. A fine ottobre sarà liberata la piazzetta Sferisterio, dove si stanno svolgendo le operazioni di trivellazione per la posa della nuova rete che collega la centrale dell’Itis di viale della Libertà con la Green Energy House accanto al Campus.

Nuovo microcantiere

Ieri sono iniziati gli interventi che, meteo permettendo, saranno ultimati entro venerdì prossimo. Serviranno ad allacciare il condominio Fiat/Poste, che quindi sarà collegato alla rete del teleriscaldamento entro la prossima stagione termica, quella cioè che parte a ottobre. Per velocizzare il più possibile le operazioni di scavo, fa sapere Hera, si sta operando con un restringimento della carreggiata con l’obiettivo di ripristinare almeno 2 delle 4 corsie normalmente percorribili entro oggi stesso. Venerdì, poi, Hera conta di portare le condotte fino all’interrato del condominio e, una volta completata la porzione di allacciamento che interessa la viabilità stradale, saranno realizzate le varie opere impiantistiche previste all’interno del condominio.

Piazzetta Sferisterio

I lavori del cantiere, allestito in piazzetta Sferisterio e nell’ellisse di piazzale della Vittoria, prevedono la posa di doppie tubazioni in acciaio per una lunghezza di 400 metri circa. Il tratto corrisponde a una parte del tracciato completo che da viale della Libertà arriverà alla Green Energy House, la centrale di trigenerazione di Hera situata accanto al Campus universitario inaugurata il 23 novembre 2016. Per minimizzare i disagi dovuti all’esecuzione di lavori contemporanei su più aree, per il collegamento dal piazzale al Campus è stata adottata una tecnica di posa senza scavo esterno. Per quanto riguarda i tempi del cantiere, Hera conferma che la trivellazione prosegue come da previsioni, circa 6 metri al giorno: la continuità dell’avanzamento è garantita da un turno prolungato di lavoro, che si protrae per almeno 10-12 ore giorno, per recuperare il ritardo iniziale dovuto alle interferenze con la dorsale in fibra ottica accanto alla piazzetta. Si prevede di riuscire a completare le attività di sottosuolo, che comprendono anche il successivo infilaggio delle tubazioni, entro fine mese. Poi occorrerà almeno fino al termine di ottobre per chiudere la buca di spinta, ripristinare il manto stradale e sgomberare il piazzale da transenne e mezzi. E quindi rimetterlo a disposizione come area di sosta.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c