FORLI'

Controlli extra in centro a Forlì dopo la maxi rissa

Col nuovo regolamento di polizia municipale previsto anche il “Daspo urbano”

14/08/2018 - 08:21

Controlli extra in centro a Forlì dopo la maxi rissa

FORLI'. Continuano le operazioni di controllo straordinario della zona del chiostro di San Mercuriale dopo la brutale rissa di fine luglio scorso. Lo annuncia la polizia municipale forlivese che attiverà un servizio straordinario per incrementare controllo e prevenzione nel chiostro di San Mercuriale e anche in piazzetta della Misura.

I controlli

In determinate fasce orarie diurne e serali interessate dalla maggiore presenza di persone, un servizio di pattuglia svolgerà azione di controllo nell’area esterna all’Abbazia e nelle aree adiacenti piazza Saffi interessate da iniziative: piazzetta della Misura e piazzetta XC Pacifici. «L’iniziativa – affermano il sindaco Davide Drei e l'assessore con delega alla Sicurezza e al Centro storico Marco Ravaioli – è stata attivata per dare un segnale immediato a fronte di una maggiore richiesta di presenza, per tutelare uno dei luoghi più belli e amati della città, e anche per accrescere la percezione di sicurezza da parte dei cittadini. L’obiettivo prioritario è rappresentato infatti dal controllo, dalla prevenzione e da una eventuale azione sanzionatoria nel caso di comportamenti non conformi a quanto previsto dal Regolamento di polizia urbana e che configurerebbero quindi condotte contrarie al pubblico decoro. Tutto ciò in previsione dell'imminente adozione del nuovo Regolamento che renderà ancora più efficace la possibilità di intervento da parte dell'amministrazione comunale e delle forze dell'ordine». Il nuovo Regolamento prevederà anche lo strumento del “Daspo” urbano quale misura di allontanamento da particolari luoghi di interesse dei soggetti che ne impediscano la fruizione o l'accessibilità di spazi e beni pubblici con condotte non adeguate. Il provvedimento, a seguito della richiesta di ulteriore tempo per l’analisi avanzata da alcuni consiglieri, andrà in consiglio comunale a inizio settembre.

L’opposizione

«Annuncio elettorale, Comune inadempiente per 4 anni e mezzo non ha mai applicato le normative nazionali sulla sicurezza – liquida l’iniziativa il capogruppo di Forza Italia Fabrizio Ragni –. Prendiamo atto che dopo aver affermato per anni , come un disco rotto, che “le misure del Comune erano sufficienti” il sindaco ha seguito finalmente il nostro consiglio di rafforzare la vigilanza e aumentare la repressione. Meglio tardi che mai, perché finora non sono certo state usate le maniere forti contro spacciatori, bulli e vandali».

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c