logo_extra Extra è il magazine estivo del Corriere Romagna dal 1994

ROMAGNA

Ondata di calore in Romagna, in arrivo 38 gradi. A Forlì una decina di anziani al pronto soccorso

Gli accessi in ospedale dovuti all’aggravamento per le temperature torride di patologie già esistenti

di ELEONORA VANNETTI

31/07/2018 - 12:03

Ondata di calore in Romagna, in arrivo 38 gradi. A Forlì una decina di anziani al pronto soccorso

FORLI'. Bollino rosso a causa delle temperature per le giornate di oggi e domani, quando il termometro potrebbe toccare anche i 38 gradi contro i 32,9 raggiunti ieri alle 15. Ma il caldo, atteso e temuto, ha già costretto in almeno una decina di casi a ricorrere alle cure dei sanitari del Pronto soccorso mentre è partita, per chi non dispone di condizionatori in casa propria, la caccia ai luoghi dove si possa godere di fresco “artificiale”. La buona notizia viene da Arpae, l’Agenzia regionale per l’ambiente, che sul suo sito anticipa che già da giovedì è previsto, fortunatamente, già un calo progressivo delle temperature, che rimarranno comunque superiori alla media.

Anziani da proteggere

Come ricordato al “Morgagni-Pierantoni” si sono recati anziani disidratati che con le temperature elevate hanno visto aggravarsi le loro condizioni di salute già compromesse da patologie che possono essere cardiache o respiratorie. Tutti comunque sono stati assistiti e già dimessi.

Il Comune, poi, in collaborazione con l’Ausl della Romagna e le associazioni del territorio, hanno realizzato da tempo un programma di prevenzione rivolto proprio alle fasce più fragili della popolazione, in particolare ad anziani e disabili, per aiutarle ad affrontare il periodo estivo ed evitare l’isolamento, prevenendo i rischi e i possibili disagi connessi alle ondate di calore, soprattutto se si tratta di anziani che vivono soli. «Particolare attenzione viene riservata alle persone che hanno più di 75 anni – spiega l’assessore alle politiche sociali, Raoul Mosconi –. Nel comprensorio forlivese queste sono oltre 25.000 e rappresentano il 13 per cento di tutta la popolazione. Nel Comune di Forlì, invece, gli anziani con 75 anni o più sono 16.166, circa il 35 per cento di essi risultano vivere soli».

Refrigerio cercasi

A tal proposito sono diversi i centri sociali per anziani che in estate propongono attività di svago o semplicemente mettono a disposizione un luogo climatizzato come punto di aggregazione, che può risultare fondamentale in periodi come questo. Quasi tutti sono aperti dalle 14 alle 18.30 nei giorni feriali, qualcuno anche la domenica. Si tratta di quello del centro storico in via Giacomo della Torre; i “2 tigli” in via Orceoli; “Il delfino” in via Sillaro; la sala polifunzionale di via Locchi ai Romiti e l’associazione “Libera” in via Angeloni. Non solo, l’Auser di viale Roma, aperta dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 11.30, si mette a disposizione per servizi come compagnia telefonica, accompagnamento a visite mediche, spesa a domicilio e consegna farmaci ai grandi ammalati. Inoltre, in calendario sono previste uscite per camminate e momenti di aggregazione.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c