FORLI'

Forlì, fumo invade appartamento. Donna salvata da carabiniere

E' riuscita ad aprire la porta e poi si è accasciata, il militare l’ha trascinata fuori dall’abitazione

di GAVINO CAU

27/07/2018 - 11:22

Forlì, fumo invade appartamento. Donna salvata da carabiniere

FORLÌ. È stata salvata da un carabiniere fuori servizio che, durante un incendio, ha colpito con calci e pugni la sua porta finché lei, tramortita dal fumo inalato, non è riuscita ad aprire la porta prima di gettarsi sul divano, debolissima. Un gesto provvidenziale che, probabilmente, ha evitato il peggio alla donna, di circa 40 anni, portata in ospedale e poi dimessa.

Il guasto

Paura l’altra sera intorno alle 21 in uno dei palazzi “colorati” di via Pompeo Ringressi, poco distante da via Gramsci. Forse a causa del guasto dell’impianto di condizionamento dell’aria, posizionato sul terrazzo dell’appartamento, si è sviluppato un principio di incendio con relativo fumo. A dare l’allarme sono stati due residenti che hanno notato le fiamme alzarsi. È stato l’appuntato dei Carabinieri di Forlì Alberto Cirocchi, che abita nel palazzo adiacente e non interessato dal fuoco, a sentire le voci dei due testimoni e, pur essendo libero dal servizio, si è subito attivato suonando i citofoni dei trenta appartamenti per fare in modo che tutti uscissero.

Poi è entrato nel palazzo per verificare che nessuno fosse bloccato, incrociando diverse persone che avevano respirato fumo. Per fortuna un inquilino era sceso a spegnere la valvola del gas, mentre un secondo ragazzo aveva aperto le finestre delle scale per far areare l’ambiente.

L’intervento

Arrivato al terzo piano l’appuntato ha suonato alla porta dove viveva la 40enne, senza ricevere alcuna risposta. Per essere sicuro che non ci fosse nessuno ha quindi dato calci e pugni all’ingresso e in quel momento la porta si è socchiusa: il militare è entrato trovando la donna, quasi priva di forze, stesa sul divano. Le ha chiesto se non ci fossero altre persone in casa, poi l’ha trascinata fuori, vincendo le sue resistenze, e affidandola ai sanitari che l’hanno portata in ospedale per sottoporla alle cure del caso per il fumo respirato. Per fortuna è stata poi dimessa visto che le sue condizioni non destavano preoccupazione. L’intervento dei Vigili del Fuoco è servito per completare lo spegnimento dell’incendio che ha annerito solo un muro esterno. Il palazzo è stato evacuato, ma poi non è stato dichiarato inagibile e quindi le famiglie sono potute tornare nelle proprie case dopo alcune ore.

Corriere TV

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c