FORLI'

Educazione alla cittadinanza, raccolta firme

La proposta di legge intende promuovere una maggiore diffusione del senso di appartenenza alla collettività e al territorio

26/07/2018 - 14:30

Educazione alla cittadinanza, raccolta firma

FORLI'. “Aderiamo con favore a questa importante iniziativa, sostenuta dall'ANCI, che intende promuovere e diffondere i valori di cittadinanza e di partecipazione a partire dai banchi di scuola e che si sposa con la nostra idea di comunità: una comunità nella quale tutti i cittadini sono portatori consapevoli di diritti e di doveri e collaborano alla costruzione del bene comune nel rispetto delle reciproche libertà”. Questa la dichiarazione del Sindaco di Forlì, Davide Drei, primo  firmatario della raccolta firme nel territorio di Forlì, che ha avuto l'adesione della Giunta Comunale, a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare per l’introduzione dell’educazione alla cittadinanza come materia curricolare nelle scuole di ogni ordine e grado, depositata in Cassazione da una delegazione di Sindaci, tra cui Dario Nardella Sindaco del Comune di Firenze, promotore dell’iniziativa.
La proposta di legge intende promuovere una maggiore diffusione del senso di appartenenza alla collettività e al territorio a partire dalla scuola, introducendo l'educazione alla cittadinanza come disciplina autonoma, attraverso lo studio della Costituzione, dei diritti umani e degli elementi di educazione alla legalità, all'ambiente e di educazione digitale e alimentare.
“In questi anni, come Amministrazione – prosegue Drei - abbiamo promosso numerose iniziative con il coinvolgimento attivo di insegnanti e studenti delle nostre scuole, nell'ambito di un percorso continuativo sui temi della legalità, della responsabilità civica e della promozione di valori condivisi, primi tra tutti quelli contenuti nella nostra Costituzione, di cui questa iniziativa costituisce la naturale cornice istituzionale in rapporto al sistema dell'istruzione".

Nell’aderire convintamente alla proposta di legge, il Vicesindaco Lubiano Montaguti, con delega alle Politiche Educative, evidenzia che nel Comune di Forlì dal 2016 con gli Istituti Comprensivi è stato attivato un Tavolo di lavoro permanente dedicato alle proposte per la qualificazione scolastica attraverso progetti educativi innovativi, in particolare su alcuni importanti temi fra i quali l’educazione alla cittadinanza.  Il Tavolo ha redatto un Patto per la Scuola, appena approvato dalla Giunta Comunale, e che sarà sottoscritto a fine agosto, ovvero un accordo che vede il Comune di Forlì, l’Ufficio Scolastico e i Dirigenti dei nove Istituti Comprensivi e del CPIA (Centro Provinciale Istruzione adulti) collaborare per rendere più efficace la concertazione e il coordinamento delle azioni di politica scolastica (diritto allo studio, edilizia scolastica, beni e servizi), ma soprattutto per consolidare lo sviluppo culturale, sociale e civile della città, favorendo il rapporto tra scuola, territorio locale e famiglie, attraverso la qualificazione dell’offerta formativa/educativa in particolare sui temi che coinvolgono la formazione civile dei bambini e dei giovani: educazione al lavoro e all’impresa; educazione alla creatività, educazione alla sicurezza, alla mobilità sostenibile, al digitale, ai sani stili di vita e alla cittadinanza attiva.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c