CASTROCARO TERME

Firmato Patto per la sicurezza: videosorveglianza potenziata

La sindaca Tonellato ha incontrato il prefetto per sottoscrivere le misure previste per combattere episodi di criminalità

11/05/2018 - 12:54

Firmato Patto per la sicurezza: videosorveglianza potenziata

CASTROCARO TERME. Installare e potenziare i sistemi di videosorveglianza nelle aree più “difficili” sotto il profilo del degrado e della diffusione di episodi di criminalità. È questa la priorità indicata nel Patto per l’attuazione della sicurezza urbana firmato dalla sindaca di Castrocaro Terme e Terra del Sole, Marianna Tonellato, e dal prefetto di Forlì-Cesena Fulvio Rocco De Marinis. Il patto è previsto dal decreto Minniti del 2017 per la sicurezza nelle città. L’incontro tra le due figure istitutzionali fa parte dell’impegno dell’amministrazione comunale di Castrocaro Terme e Terra del Sole per attivare tutte le misure necessarie per prevenire e contrastare fenomeni di illegalità e di degrado del territorio e assicurare il rispetto delle regole del decoro urbano.

Videosorveglianza

«Il Patto – spiega la sindaca Tonellato – individua quale obiettivo prioritario l’installazione e/o potenziamento dei sistemi di videosorveglianza comunali nelle aree del territorio comunale maggiormente interessate da fenomeni di devianza sociale, al fine di prevenire e contrastare i fenomeni di criminalità diffusa e predatoria e di illegalità, favorendo l’impiego delle forze di polizia per far fronte alle esigenze straordinarie del territorio. La sottoscrizione del Patto testimonia l’attenzione da parte dell’amministrazione comunale di Castrocaro Terme e Terra del Sole per i temi della sicurezza e della prevenzione dei reati, nonché la volontà di rafforzare le sinergie fra l’ente locale e lo Stato, per dare alla comunità risposte rapidi ed efficaci».

I prossimi passi

La firma prevede altri passi. «Successivamente in Prefettura – prosegue Tonellato – sarà istituita una cabina di regia, composta dai rappresentanti delle forze di polizia e della polizia locale, con il compito di monitorare lo stato di attuazione del Patto sottoscritto. Si tratta di un ulteriore tassello che si va ad aggiungere a quelli già messi in atto dalla giunta comunale come la campagna “SicurInsieme” e il potenziamento del gruppo degli assistenti civici, che ha come unico scopo quello di restituire ai cittadini del comune degli spazi più sicuri».

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c