Mercoledì 22 Novembre 2017 | 19:31

IL CASO

Consulenza al geologo del Pd, riaperte le indagini

Il Gip ha rigettato la richiesta di archiviazione e ha chiesto al Pm di indagare ancora

Consulenza al geologo del Pd, riaperte le indagini

FORLI'. Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Forlì Giorgio Di Giorgio, ha rinviato al Pubblico ministero il fascicolo sull’incarico affidato dal Comune a un geologo parmense, che è stato anche capogruppo del Pd. La questione era stata sollevata a marzo scorso dal Movimento 5 stelle che poi aveva inviato une sposto alla Procura. In prima istanza il pubblico ministro aveva chiesto l’archiviazione, ma il legale del gruppo di opposizione, l’avvocato Antonio Brogliato si era opposto all’archiviazione ottenendo una nuova udienza. Udienza che si è tenuta il 24 ottobre scorso e in seguito alla quale il giudice ha chiesto al Pm un supplemento di indagine. «La vicenda coinvolge direttamente il sindaco e l’intera giunta comunale che nell’ottobre 2016 firmarono una delibera in cui, citando un’ “urgenza” non meglio precisata, affidavano, senza alcun bando o criterio comparatistico, al dottor Nicola Dall’Olio, geologo parmense che per molti anni e fino al giugno scorso ha ricoperto il ruolo di capogruppo del Pd di Parma, un incarico esterno compensato con 10.900 euro» ricostruisce in una nota il Movimento 5 stelle forlivese. L’incarico rispondeva all’esigenza di avere un esperto di consumo del suolo da inserire nella realizzazione di un progetto finanziato dalla Unione europea denominato SOS4LIFE (Save Our Soil for Life). Il Pm incaricato aveva richiesto l’archiviazione della procedura basando le indagini sulle dichiarazioni dell’ex dirigente comunale Alessandro La Forgia «apparentemente del tutto estraneo alla delibera oggetto del procedimento, in quanto già in pensione quando la delibera fu emessa», rimarcano i consiglieri del Movimento. Ora la palla passa di nuovo al Pm che dovrà integrare le indagini, per le quali il Gip ha concesso 3 mesi, dunque fino al prossimo gennaio. È stato chiesto espressamente, fra le altre cose, di interpellare direttamente le persone informate sui fatti e di chiarire i caratteri di urgenza del provvedimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000